ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Zimbabwe: fine dell'era Mugabe?

Lettura in corso:

Zimbabwe: fine dell'era Mugabe?

Dimensioni di testo Aa Aa

Robert Mugabe impegnato in una discussione con i militari su come gestire la successione al potere nello Zimbabwe. La crisi nel Paese africano che da due giorni vede le strade della capitale Harare controllate dall’esercito, si trova a un bivio: da un lato la soluzione pacifica, sebbene forzata, guidata dai militari, dall’altro il rischio di un degenerare degli eventi. Moussa Faki Mahamat, Presidente della Commissione dell’Unione Africana, ha auspicato una risoluzione della crisi.

“Sapevamo tutti che ci sono dei problemi all’interno del partito al potere, sull’organizzazione del loro prossimo congresso, sulla successione eventuale del Presidente Mugabe ci sono delle divergenze. E auspichiamo che tutto questo non porti a uno spargimento di sangue”.

La scorsa settimana Mugabe ha estromesso dal potere il Vice presidente Emmerson Mnangagwa: una mossa unanimamente interpretata come il modo per spianare la strada alla moglie Grace Mugabe alla successione.

“La first lady Grace Mugabe si trova in Zimbabwe in questo momento. Le informazioni secondo cui sarebbe all’estero sono false. È a causa sua che gli eventi sono precipitati? Certamente ha dato un grosso contributo” dice il rappresentante del ZANU-PF, partito di Mugabe, nel Regno Unito.

Grace Mugabe sarebbe rimasta agli arresti domiciliari assieme al marito nelle ultime 48 ore. Le stesse ore nelle quali Mnangagwa sarebbe rientrato dalla breve fuga in Sud Africa; 75 anni, esponente della vecchia guardia ed ex-capo dell’intelligence, Mnangagwa si starebbe preparando a prendere le redini del Paese. Intanto per il più anziano leader al mondo e la sua ingombrante sposa, Singapore e la Malaysia, dove detengono diverse proprietà, sembrano essere le probabili mete di un possibile esilio.