Haiti: terminata la controversa missione dell'Onu MINUSTAH

Access to the comments Commenti
Di Cinzia Rizzi
Haiti: terminata la controversa missione dell'Onu MINUSTAH

<p>E’ terminata ufficialmente <span class="caps">MINUSTAH</span>, la Missione di stabilizzazione delle Nazioni Unite ad Haiti, voluta dal Consiglio di Sicurezza nel 2004, per garantire al Paese una transizione democratica, dopo la destituzione del Presidente Jean-Bertrand Aristide da parte di truppe ribelli. La cerimonia che segna la fine della missione si è tenuta giovedì, qualche ora dopo una nuova manifestazione carica di tensione nella capitale Port-au-Prince. </p> <p><blockquote class="twitter-tweet" data-lang="it"><p lang="fr" dir="ltr">La Cérémonie officielle de clôture de la <a href="https://twitter.com/hashtag/MINUSTAH?src=hash&ref_src=twsrc%5Etfw">#MINUSTAH</a> débute maintenant en présence de <a href="https://twitter.com/moisejovenel?ref_src=twsrc%5Etfw"><code>moisejovenel</a> et de Sandra Honoré + corps diplomatique <a href="https://t.co/OwTlizgHcT">pic.twitter.com/OwTlizgHcT</a></p>— MINUSTAH (</code>MINUSTAH) <a href="https://twitter.com/MINUSTAH/status/916075349590663169?ref_src=twsrc%5Etfw">5 ottobre 2017</a></blockquote><br /> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script></p> <p>‘‘Resta ancora molto da fare perché Haiti raggiunga la stabilità e lo sviluppo durevole al quale tutti aspirano’‘, ha sottolineato Sandra Honoré, a capo della <span class="caps">MINUSTAH</span> negli ultimi quattro anni. </p> <p>In 13 anni la missione non è mai riuscita a conquistare completamente la fiducia degli haitiani. La collera verso le forze internazionali si è accentuata lo scorso aprile con l’esplosione dello scandalo dei peacekeeper dello Sri Lanka, coinvolti in un giro di prostituzione minorile. La reputazione di <span class="caps">MINUSTAH</span> aveva già subito un duro colpo nel 2010, quando un’epidemia di colera venne introdotta nel Paese dai caschi blu nepalesi, provocando la morte di oltre 10.000 haitiani.</p>