ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Migranti, nello stretto di Gibilterra in acqua-scooter sognando l'Europa

Seicento arrivi in un giorno, triplicato rispetto all'anno scorso il numero di migranti che sceglie la rotta spagnola

Lettura in corso:

Migranti, nello stretto di Gibilterra in acqua-scooter sognando l'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Viaggiavano a bordo di imbarcazioni di fortuna e addirittura su uno scooter d’acqua. Seicento migranti africani sono stati intercettati a largo della costa spagnola, tra il Marocco e la penisloa iberica, durante la giornata di mercoledì. Tra loro 34 minori e un neonato. La maggior parte di loro dopo essere stata salvata è stata portata al porto di Tarifa, tanti, venivano da Paesi subsahariani.
Centoventi di loro si suppone che non ce l’abbiano fatta, che siano morti affogati nel Mar Mediterraneo.
l numero di migranti su una rotta secondaria del Mediterraneo occidentale verso la Spagna è salito bruscamente nel mese di luglio; nello stesso periodo si è registrato un calo del 57 per cento, rispetto a giugno, dei migranti che arrivano in Italia dalla Libia, i dati sono dell’‘agenzia di frontiera dell’Unione europea Frontex.
Nell’ultimo anno in Spagna ci sono stati 9000 sbarchi: triplicati rispetto al 2016, fanno sapere le Nazioni Unite, e la rotta occidentale se continua questo trend, potrebbe risultare favorita rispetto a quella balcanica, si potrebbero registrare piû sbarchi in Spagna che in Grecia.
Il tragitto d’altronde è breve: lo stretto di Gibilterra, 12 km, che i migranti tentano di percorrere anche con mezzi senza motore. Un modo per bypassare i trafficanti di uomini, evitare i pagamenti e le carceri libiche. Molti dei migranti una volta in mare contattano le autorità spagnole attraverso i social network per comunicare la loro posizione.