ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele annuncia la chiusura degli uffici di Al-Jazeera

Lettura in corso:

Israele annuncia la chiusura degli uffici di Al-Jazeera

Dimensioni di testo Aa Aa

Incitazione alla violenza. È questa l’accusa, non nuova, che il governo israeliano muove nei confronti della televisione araba Al-Jazeera. Lo Stato ebraico ha annunciato la volontà di chiudere gli uffici israeliani del canale del Qatar. Al-Jazeera è considerata in particolare coresponsabile delle recenti violenze scoppiate nei luoghi sacri di Gerusalemme.

Il Ministro israeliano delle Comunicazioni Ayoub Kara: “Negli ultimi tempi praticamente tutti gli Stati della nostra regione hanno ritenuto che Al-Jazeera appoggia il terrorismo, spalleggia il radicalismo religioso. Arabia Saudita, Giordania, Egitto, tutti Stati che stanno dalla parte di Israele, hanno la stessa posizione e c‘è la volontà di organizzare assieme a loro un vertice regionale per tessere accordi politici, economici e di difesa” ha detto Kara.

Il Primo Ministro israeliano Benyamin Netayahu aveva già anticipato a fine luglio la propria intenzione d’espellere Al-Jazeera da Israele. Tra le accuse più esplicite fatte al canale, oggetto di una dura campagna da parte degli Stati del Golfo Persico (Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein) più l’Egitto, quella di aver scatenato le violenze che il 14 luglio scorso hanno causato la morte di due agenti di polizia israeliani.