ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Polonia: proteste contro la riforma della giustizia


Polonia

Polonia: proteste contro la riforma della giustizia

Manifestazioni a Varsavia, Danzica, Cracovia…in Polonia va avanti la protsta contro la legge approvata dal parlamento che, se controfirmata dal presidente della repubblica Duda, sottoporrà il potere giudiziario a quello esecutivo, sostituendo gli attuali giudici indipendenti della corte suprema con magistrati di nomina governativa. Ad appoggiare la protesta anche l’ex presidente e premio nobel Lech Walensa: “In un momento difficilissimo della nosztra storia la generazione a cui appartengo ha portato la Polonia alla libertà basandola proprio sul principio della separazione dei poteri. Oggi voi giovani non dovete permettere che qualcuno metta in discussione questa conquista fondamentale”

In piazza, molti ricordano molto bene la storia recente del Paese: “La prima volta è stato nel dicembre del 70 – afferma quest’uomo – adesso siamo di nuovo in piazza. Non mi piace questo governo. Ha già smontato la Corte Costituzionale e adesso vuole distruggere anche i tribunali”. “Sono qui perche sono preoccupata per quello che puo’ succedere adesso – dice questa giovane avvocato – Che succederà ai miei diritti civili e in che modo andrà avanti adesso il governo?”

3 volte no, questo lo slogan con cui la piazza chiede al presidente della repubblica Duda di non firmare i 3 provvedimenti approvati dal parlamento.
Anche Bruxelles chiede a Varsavia un passo indietro e minaccia di sospendere il diritto di voto della Polonia in Consiglio.