ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Erdogan: "Prolungheremo le leggi di emergenza"

Lettura in corso:

Erdogan: "Prolungheremo le leggi di emergenza"

Dimensioni di testo Aa Aa

A un anno dal tentato colpo di Stato che intendeva rovesciarlo, Recep Tayyp Erdogan sembra ancora piu’ potente. L’anniversario del fallito golpe è stato celebrato in tutto il Paese; ad Ankara il presidente ha inaugurato un memoriale in onore dei 250 caduti della notte del 15 luglio del 2016 e, forte del consenso della piazza, ha annunciato nuovi interventi d’emergenza.
Il Presidente Recep Tayyip Erdogan dal palco ha annunciato che “lunedi riuniremo il consiglio di sicurezza per discutere di questo tema e per proporre al governo di estendere ancora una volta le leggi speciali e di emergenza”.
“Taglieremo la testa ai traditori” – aveva detto poco prima Erdogan incitando la folla – lasciando intendere che la repressione non si ferma. Fino ad oggi sono state arrestate oltre 50 mila persone mentre circa 100 mila tra giornalisti, professori universitari e ricercatori, sono stati licenziati. Le ultime epurazioni, 7000 tra agenti di polizia e dipendenti dei ministeri, sono arrivate per decreto presidenziale proprio alla vigilia dell’anniversario. Con la riforma costituzionale approvata di recente, Erdogan potrà restare al suo posto fino al 2029.