ULTIM'ORA

Lettura in corso:

UK, verso governo bicolore tories - unionisti


Regno Unito

UK, verso governo bicolore tories - unionisti

Erano già in corso trattative tra i tories e gli unionisti nordirlandesei quando, alle 13.30, Theresa May si è recata dalla regina per chiedere di formare un governo.
Un incontro di 25 minuti che arriva dopo la notte più lunga per la leader dei tories con il suo partito che con le elezioni politiche perde la maggioranza assoluta prendendo 318 dei 650 seggi della camera dei comuni: meno 12 rispetto ad oggi. Meno 8 per avere la maggioranza assoluta.
Dopo aver incontrato la regina e ottenuto l’incarico di formare un governo, May ha detto: “Sono appena stata dalla regina. Formerò un nuovo governo. un esecutivo che dia certezze e guidi il Paese in questo momento critico. Il governo condurrà la Gran Bretagna al momento dei cruciali colloqui per la Brexit, che inizieranno in dieci giorni, seguendo la volontà del popolo britannico, portando il Regno Unito fuori dalla UE. Quello di cui il Paese ha più bisogno in assoluto è certezza, avendo ottenuto il maggior numero di voti e il maggior numero di seggi alle elezioni politiche è chiaro che solo il partito conservatore ha la legittimità e la forza per dare certezze, formando una maggioranza insieme agli unionisti alla Camera dei Comuni” .
Ad horas i nomi dei ministri poco dopo che la testa della stessa prima ministra May ha rischiato di saltare davanti a risultati impietosi con tutti a parlare di scommessa persa, autogoal e voci di governo di minoranza, poi sfumate, a rincorrersi. Tutti pericoli scampati per May, la premier che voleva un mandato forte e ha trovato una maggioranza relativa.

Regno Unito

Elezioni Regno Unito: i conservatori di Theresa May perdono la maggioranza assoluta in parlamento