ULTIM'ORA

Macron, il nuovo Augusto francese

Jean Pierre Rioux: Ha usato la forza dell'immagine sottolineando la marcia solitaria verso il compimento del suo destino.

Lettura in corso:

Macron, il nuovo Augusto francese

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo storico Jean Pierre Rioux ai micorfoni di euronews su Macron:

Olivier Peguy -Emmanuel Macron ha scelto di celebrare la vittoria elettorale sulla spianata del Louvre. Perché?

“Ha usato la forza dell’immagine sottolineando la marcia solitaria verso il compimento del suo destino. Il Louvre, la piramide hanno rinforzato questo concetto. Ha aggiunto una dimensione simbolica che nel corso della campagna elettorale non era ancora emersa.
C‘è qualcosa di imperiale, augusteo della funzione presidenziale: il presidente di tutti i francesi…colui che ha i codici nucleari.
Ei simboli sono estremamente importanti. E la memoria torna a Mitterand che va verso il Panthéon, ma senza la rosa in mano”.

-Emmanuel Macron ha partecipato alle cerimonie per la commemorazione dell’8 maggio 1945.
È una data importante e si è fatto invitare dal presidente François Hollande. Cambierà qualcosa per lui, gli darà una statura presidenziale?

“La statura gli viene dalla funzione. Sarà un presidente meno commemorativo. rispetto al suo predecessore, François Hollande che ha commemorato tutto e che ha fatto della politica della memoria un qualcosa di altamente onorevole”.

-Cosa ricorderà la storia del mandato di François Hollande?

“La sanzione è già nelle cose.
Se il bilancio di Hollande fosse stato positivo si sarebbe ricandidato. Non è stato il caso. Rispetto a Emmanuel Macron, possiamo dire che visto il suo programma e vista la campagna elettorale che ha fatto, avrà sicuramente una politica europea più attiva”.