ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Francia. Una sconfitta da festeggiare per i nazionalisti FN


Francia

Francia. Una sconfitta da festeggiare per i nazionalisti FN

Una sconfitta che ha tutto il sapore di una vittoria storica. A Saint-Mandé, alle porte di Parigi, i militanti del Front National celebrano il più grande risultato di sempre dell’estrema destra francese in termini assoluti.

“34%. Se ci pensa bene, cosa rappresenta questa cifra?” dice un giovane militante del partito dell’estrema destra francese. “È il doppio rispetto a quanto realizzato nel 2002, 18%. È un progresso enorme. Non siamo ancora al 40% ma saremo ampiamente al 40% nel 2022”.

“Abbiamo superato il tetto dei 10 milioni, abbiamo fatto grandi progressi” afferma un altro simpatizzante dell’FN. “Oggi abbiamo perso una battaglia ma non abbiamo di certo perso la guerra”.

“La gente ha sempre avuto paura del Front National, hanno paura del nome Le Pen. Ma non hanno capito che non c‘è ragione d’avere paura: lei è la voce del popolo” spiega un giovane.

Tra i sostenitori di Marine Le Pen troviamo una cittadina d’origini statunitensi: si può stabilire un parallelo tra la leader di FN e Donald Trump le chiediamo?

“Credo che nessuno sia in grado di fare come Donald Trump: solo Trump può fare Trump, è unico al mondo” è la sua risposta.

L’inviato di euronews a Saint-Mandé, Olivier Peguy: “Queste presidenziali hanno segnato una rivoluzione nel panorama politico francese. Marine Le Pen evoca una ricomposizione della vita politica, resta da capire se questa ricomposizione si realizzerà nelle urne per le legislative di giugno e luglio prossimi”.