ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Russia: l'omaggio alle vittime del metrò di San Pietroburgo


Federazione russa

Russia: l'omaggio alle vittime del metrò di San Pietroburgo

A Sverdlov, nella regione di San Pietroburgo, il primo addio a una delle quattordici vittime dell’attentato della metropolitana. Irina Mediantseva, insegnante di arte, è morta nell’ambulanza che lunedì la stava trasportando in ospedale. Aveva 50 anni e lascia il marito e due figlie una delle quali è rimasta ferita nell’esplosione.

A San Pietroburgo migliaia di persone si sono raccolte per un omaggio alle vittime davanti alla stazione Tekhnologicheskiy Institut.

“È dovere di tutti, credo, essere qui presenti”, dice una ragazza.

“Appartengo alla generazione anteguerra, sopravvissutta all’assedio di Leningrado”, racconta un’anziana. “Ho vissuto situazioni simili, l’ho viste con i miei occhi. Ho visto dei morti, ho visto di tutto. So cosa significa”.

Omaggio alle vittime anche a Piazza Manezhnaya, a Mosca. Intanto l’indagine sull’attentato ha portato all’arresto di otto persone nella capitale e a San Pietroburgo e al ritrovamento di un esplosivo simile a quello trovato alla stazione Ploshchad Vosstaniya.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

USA

Usa: presidente commissione di inchiesta della Camera sul Russiagate si sospende