This content is not available in your region

Regno Unito: dibattito al Parlamento in vista della visita di Trump

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Regno Unito: dibattito al Parlamento in vista della visita di Trump

<p>Lunedì alla <a href="http://www.parliament.uk/">Camera dei Comuni del parlamento britannico</a> si discuterà della prossima visita di Donald Trump nel Regno Unito. Il dibattito si è reso necessario dopo che una petizione online ha raccolto quasi due milioni di firme, superando di venti volte le centomila necessarie per essere analizzata dai deputati. </p> <p>Nell’istanza si chiede che quella di Trump non sia una <a href="https://www.royal.uk/state-visits-2">visita di Stato</a>. Ma <a href="https://www.gov.uk/government/history/10-downing-street">Downing Street</a> ha già fatto sapere che al capo della Casa Bianca verranno garantiti tutti gli onori che gli spettano.</p> <p>L’invito a Donald Trump era stato fatto ufficialmente dalla premier britannica Theresa May durante la visita a Washington. Il primo ministro era stata la prima leader a incontrare il neo presidente degli Stati Uniti, una settimana dopo la cerimonia di insediamento alla Casa Bianca. </p> <blockquote class="twitter-tweet" data-lang="it"><p lang="en" dir="ltr">We have the opportunity, indeed the responsibility, to renew the special relationship for this new age. <a href="https://t.co/vvOMAtPyvZ">pic.twitter.com/vvOMAtPyvZ</a></p>— Theresa May (@theresa_may) <a href="https://twitter.com/theresa_may/status/824971490324049926">27 gennaio 2017</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>Una parte dell’opposizione britannica intanto chiede che la visita venga rinviata: <br /> “Perché una visita di Donald Trump così presto? – si chiede l’esponente del partito laburista Tulip Siddiq – È presidente da poche settimane. Perché dovremmo dargli questo privilegio senza prima vedere cosa fa come presidente degli Stati Uniti?” </p> <p>Di parere opposto Crispin Blunt, deputato conservatore e presidente del Comitato per gli Affari Esteri ai Comuni: “È chiaro che dovrebbe venire. È stato eletto come leader dal nostro principale alleato ed è perfettamente corretto trattare con lui. Dargli un trattamento diverso da altri leader mondiali sarebbe francamente ipocrita”.</p> <p>La visita di Stato include anche l’incontro con la <a href="https://www.royal.uk/her-majesty-the-queen">Regina Elisabetta II</a>. Nei 65 anni di regno Sua Maestà ha già ospitato leader dalla dubbia reputazione. Nel 1973 ricevette <a href="https://it.wikipedia.org/wiki/Mobutu_Sese_Seko">Mobuto Sese Soko</a>, il dittatore dell’allora Zaire. </p> <p>Nel 2003 fu la volta del presidente russo Vladimir Putin. E soltanto due anni fa incontrò il capo di Stato cinese Xi JingPing.</p>