ULTIM'ORA

Usa: dimissioni Flynn, per il Cremlino "un affare interno degli Stati Uniti"

Il consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn è il primo membro di alto profilo dell’amministrazione Trump a dimettersi, neppure un mese dopo l’investitura del miliardario a presidente degli

Lettura in corso:

Usa: dimissioni Flynn, per il Cremlino "un affare interno degli Stati Uniti"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn è il primo membro di alto profilo dell’amministrazione Trump a dimettersi, neppure un mese dopo l’investitura del miliardario a presidente degli Stati Uniti.

Flynn ha ammesso di aver fornito informazioni incomplete al vicepresidente Mike Pence sulle conversazioni avute a dicembre con l’ambasciatore russo negli Stati Uniti.

Flynn avrebbe parlato delle sanzioni dell’amministrazione uscente contro Mosca, garantendo che le relazioni fra i due Paesi sarebbero migliorate dal 20 gennaio.

“Un affare interno agli Stati Uniti” ha commentato il Cremlino, mentre per Leonid Slutsky, presidente della commissione affari esteri della Duma, Flynn è stato costretto a scrivere la lettera di dimissioni: “Non escludo la possibilità che prima o poi Flynn compaia di nuovo nell’amministrazione statunitense e che l’obiettivo sia creare l’impressione nell’opinione pubblica e nell’establishment politico che la Russia resti un avversario strategico”.

Inoltre, secondo la stampa statunitense, lo scorso mese è stata l’allora ministra della Giustizia ad interim Sally Yates a prevenire Trump delle informazioni incorrette di Flynn, sostenendo che questi rischiasse di farsi ricattare dalla Russia.