This content is not available in your region

Spese e rapporti con Mosca: Mattis porta la "dottrina Trump" alla Nato

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Spese e rapporti con Mosca: Mattis porta la "dottrina Trump" alla Nato

<p>Difendere un’equa ripartizione delle spese per la difesa tra Europa e Stati Uniti e adattare i rapporti transatlantici alle mutate relazioni con Mosca. Pesanti le ambasciate dell’amministrazione Trump di cui il neo-segretario di Stato americano James Mattis dovrà farsi portavoce, in occasione della sua prima ministeriale difesa della Nato, al via oggi a Bruxelles.</p> <h3>Stoltenberg: “Se uniti, potremo dialogare con Mosca”</h3> <p><blockquote class="twitter-tweet" data-lang="it"><p lang="en" dir="ltr">2 days of meetings ahead, a <a href="https://twitter.com/hashtag/DefMin?src=hash">#DefMin</a> preview by <a href="https://twitter.com/jensstoltenberg">@JensStoltenberg</a> <a href="https://t.co/uWmvdfgvXS">https://t.co/uWmvdfgvXS</a> <a href="https://t.co/1snn3VYH65">pic.twitter.com/1snn3VYH65</a></p>— NATO (@NATO) <a href="https://twitter.com/NATO/status/831517407558660097">14 febbraio 2017</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script></p> <p>“Se resteremo forti e se resteremo uniti – ha detto il Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg – potremo allora avviare un dialogo politico con la Russia. Accolgo quindi con favore un dialogo fra Nato e Russia ma anche, ovviamente, fra membri della Nato come gli Stati Uniti, e la Russia”. </p> <p><a href="http://www.nato.int/cps/en/natohq/opinions_141005.htm">Qui la trascrizione integrale dell’intervento di Jens Stoltenberg</a></p> <p>Lo stesso Stoltenberg aveva detto di concordare con la richiesta di Trump di fissare al 2% del <span class="caps">PIL</span> il target di spesa per la difesa di tutti paesi Nato. Un obiettivo non raggiungibile nell’immediato, ha riconosciuto, ma al quale è necessario avvicinarsi, decretando anzitutto la fine dei tagli.</p>