ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Natale blindato nelle capitali europee, in Francia controlli all'esterno delle chiese


mondo

Natale blindato nelle capitali europee, in Francia controlli all'esterno delle chiese

Natale blindato nelle principali città europee. Dopo la strage di Berlino, la Francia mobilita oltre 91mila tra poliziotti, gendarmi e militari. Super protette le 2.400 chiese del Paese che “potrebbero costituire – dice il ministero degli Interni – un bersaglio simbolico molto importante”.

La paura non lascia Nizza, teatro, il 14 luglio scorso di un massacro molto simile nella dinamica a quello di Berlino.

“Sono preoccupata – dice un’abitante di Nizza – Il 14 luglio è ancora nella mia mente e ora c‘è stato l’attentato di Berlino. Non vado alla messa di mezzanotte, come ho fatto negli anni passati”.

Sono 7mila, invece, i soldati italiani impegnati nell’operazione Strade Sicure. A Roma, inoltre, interdetto l’accesso al Vaticano per i mezzi pesanti che possono accedere al centro solo da 4 ingressi controllati. Un dispositivo di sicurezza speciale è stato attuato anche per i 350 mercati della capitale. A Milano e in altre città sono invece spuntate delle barriere antisfondamento a protezione dei luoghi di aggregazione.

In Germania, dove si continua a dare la caccia a possibili complici di Anis Amri, blindati i mercati di Natale. Ma la pretesa di normalità dei tedeschi è più forte della paura. Il tradizionale mercato di Norimberga, uno dei più famosi del Paese, quest’anno resterà aperto 30 giorni, una settimana in più rispetto all’anno scorso.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

mondo

Musica: muore a 68 anni Rick Parfitt, chitarrista degli Status Quo