ULTIM'ORA

Milano, ucciso l'attentatore di Berlino Anis Amri. Ha urlato "Allah Akbar"

Era appena arrivato dalla Francia. Ha sparato agli agenti non appena gli hanno chiesto di esibire i documenti

Lettura in corso:

Milano, ucciso l'attentatore di Berlino Anis Amri. Ha urlato "Allah Akbar"

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ il killer dell’attentato di Berlino, Anis Amri l’uomo ucciso la scorsa notte nel Milanese a Sesto San Giovanni, durante un conflitto a fuoco con la Polizia. La conferma arriva dal Ministro dell’Interno Marco Minniti. Amri, fermato per un normale controllo stradale, invece dei documenti ha estratto una pistola, sparando agli agenti di una volante che hanno risposto al fuoco uccidendolo.

Sul corpo del tunisimo è stato trovato un biglietto del treno che può aiutare a ricostruire i suoi spostamenti: avrebbe preso un treno che da Chambery in Francia, passando da Torino, diretto quindi a Milano. Secondo fonti dell’antiterrorismo le impronte coincidono. Prima di morire il jihadista avrebbe urlato “Allah Akbar”.

Ora gli investigatori sono al lavoro per capire se la pistola fosse la stessa utilizzata per rubare il camion con cui è stato compiuto l’attentato nel mercatino di Berlino. Intanto il ministro Minniti ha dichiarato che l’Italia deve essere orgogliosa. Nel nostro Paese un livello elevato di controllo del territorio che consente, nell’imminenza dell’ingresso di un uomo in fuga perchè ricercato, di identificarlo e neutralizzarlo. Questo vuol dire che c‘è un sistema di sicurezza che funziona.”

Sulla sparatoria di Sesto San Giovanni indaga la procura di Monza che, però, nelle prossime trasferirà gli atti a chi indaga sulla presenza in Italia del terrorista, prima e dopo l’attentato di Berlino.