ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria: Onu accusa Damasco di uso armi chimiche. È la terza volta


Siria

Siria: Onu accusa Damasco di uso armi chimiche. È la terza volta

Nuova accusa contro il regime di Bashar al Assad.

Le forze governative siriane avrebbero usato armi chimiche nella regione nordoccidentale di Idlib nel marzo del 2015: si tratta del terzo attacco di questo genere nel Paese rilevato nell’ambito dell’inchiesta internazionale dell’Onu e dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche.

Il documento spiega che elicotteri del regime decollati da basi militari hanno sganciato barili-bomba contenenti gas di cloro. Un rapporto pubblicato ad agosto indicava che il governo di Damasco aveva già lanciato due attacchi con lo stesso gas tossico vietato dalle convenzioni internazionali.

A leggere quanto scritto nel documento, il terzo attacco è avvenuto a Qmenas, nel governatorato di Idlib, il 16 marzo dell’anno scorso.

La Siria aveva concordato di distruggere il suo arsenale chimico nel 2013 secondo un accordo raggiunto tra Mosca e Washington.

Questo mentre in Aleppo la tregua tiene, ma non si sa fino a quando. Secondo i russi ci sarebbero almeno 1200 combattenti anti Assad pronti ad attaccare da sud est, non solo, ma sarebbero i ribelli a impedire l’evacuazione di Aleppo.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Venezuela: raccolta firme sospesa. Nuovo stop al referendum anti-Maduro