ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Malopolska, il viaggio di euronews al centro del miracolo economico polacco


target

Malopolska, il viaggio di euronews al centro del miracolo economico polacco

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

“Quando le aziende decidono di investire in altri paesi, aprirsi a nuovi mercati, ci deve essere un motivo valido, soprattutto se la società è una multinazionale. Vediamo perché Motorola ha scelto Cracovia per il suo primo centro di sviluppo software in Europa”, dice la giornalista di euronews, Daleen Hassan, inviata nella regione di Malopolska.

Con più di 350 mila imprese commerciali attive, Malopolska è diventata uno dei principali centri economici della Polonia e Cracovia il suo attrattore di investimenti.

Malopolska, i numeri del successo

  • Cracovia si è classificata al 9° posto tra le città più attraenti al mondo per gli investimenti nella classifica Tholons delle 100 migliori destinazioni del 2016.
  • L’intera regione si è piazzata al 4° posto nel rapporto Fdi Intelligence su “città e regioni europee del futuro” per la strategia di attrazione degli investimenti stranieri.
  • L’imposta sulle attività produttive è al 19%.
  • Il PIL di Malopolska rappresenta il 7,8% del PIL della Polonia.

Nel 1998, la Motorola – il primo investitore internazionale a Cracovia – aprì i suoi primi uffici in città con 30 dipendenti. Oggi si contano almeno 1300 persone impiegate nella progettazione dei software, nella finanza e nell’Information Technology.

Molti fattori hanno giocato un ruolo chiave nel successo di Motorola in Polonia, come ci spiega l’amministratore delegato, Jacek Drabik: “Quando si parla di software bisogna puntare su due cose, numeri e qualità – spiega Jacek Draibik, responsabile della Motorola in Polonia – Ovviamente sto parlando di persone, e quando si guarda la cartina dell’Europa, la scelta della Polonia è stata in qualche modo naturale: un alto livello di istruzione e un ampio accesso a un’area di grandi talenti. Siamo stati i ​​primi investitori ad arrivare in città e abbiamo un’eccellente collaborazione con il governo locale e le università. È stato fondamentale per noi venire in questo paese, soprattutto a Cracovia”.

La storia di successo di Motorola ha ispirato altre aziende a investire nella zona economica speciale di Cracovia che oggi conta 55 aziende, sia multinazionali che locali, nell’industria metallurgica: produzioni di mezzi industriali, arredamenti, ma soprattutto export. La maggior parte delle esportazioni polacche è destinata ai paesi industrializzati e, per il 79%, ad altri paesi dell’Unione europea. È il caso della Rys, una delle più moderne fabbriche polacche.

“Essendo un’azienda locale, manteniamo un ritmo di sviluppo molto veloce, in particolare nelle esportazioni – afferma Bogdan Gogol, manager della Rys – Ciò è possibile attraverso la buona connessione e gli eventi organizzati nella regione con le società estere”.

Il Krynica Economic Forum è uno di questi eventi rivolto ai dirigenti delle aziende. È una piattaforma in cui il governo regionale mette in mostra i vantaggi del territorio ai potenziali investitori.

“In Malopolska abbiamo organizzato perfettamente quello che chiamiamo one-stop-shop, l’ufficio degli affari, un luogo in cui gli investitori possono venire per conoscere tutti i vantaggi della nostra regione – conclude il Presidente della Regione, Jacek Krupa – Chi vuole investire nella costruzione della sua azienda in Malopolska può contare su sgravi fiscali per alcuni anni, dopo aver completato l’investimento”.

Malopolska beneficia anche del Programma Operativo regionale 2020, attraverso cui i giovani possono trovare la loro opportunità di investire in Polonia grazie ai fondi strutturali europei.

Jacek Krupa

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

target

Ecoturismo e biodiversità, il nuovo business del Madagascar