ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Hollande critica Russia e Turchia sulla Siria e in Libia volta le spalle ad Haftar

mondo

Hollande critica Russia e Turchia sulla Siria e in Libia volta le spalle ad Haftar

Pubblicità

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

François Hollande cambia strategia sulla crisi libica. Il Presidente francese, durante l’incontro con gli ambasciatori, volta le spalle al generale Khalifa Haftar e invita all’Eliseo il capo del governo, Fayez al Serraj.

Affrontando l’emergenza terrorismo in Francia, rivolge la sua attenzione alla guerra in Siria: Parigi chiede un intervento e auspica un ritorno nella comunità internazionale dell’Iran.

“Non ci saranno guerre vittoriose contro il terrorismo, se le crisi che forniscono loro terreno fertile non saranno risolte. Oggi non è così – afferma – È giunto quindi il momento di fermare questa carneficina e la Francia chiede una tregua immediata”.

Il Presidente francese critica il sostegno al regime di Bashar al Assad da parte della Russia, “che fa il gioco – dice – degli estremisti di tutti i campi”. La sua attenzione è rivolta anche all’azione turca contro le milizie curdo siriane che combattono l’Isil con il supporto della coalizione internazionale.

“Questi interventi multipli e contraddittori comportano il rischio di un infiammarsi del conflitto – aggiunge – Quindi l’urgenza assoluta è sospendere i combattimenti e ritornare ai negoziati”.

Hollande affronta anche il tema della crisi in Ucraina sulla quale – rivela – ha avuto diversi contatti con le parti in causa durante il mese di agosto. Il capo dell’Eliseo, di fronte all’intensificarsi degli scontri, denuncia il rischio di un ulteriore deterioramento.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo