ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Rio 2016, ministro russo Moutko: "Sistema antidoping equo in tutto il mondo"

Sport

Rio 2016, ministro russo Moutko: "Sistema antidoping equo in tutto il mondo"

Pubblicità

Arriverà nelle prossime ore la decisione definitiva sul numero di atleti russi che potranno prendere parte ai Giochi di Rio, la cui cerimonia inaugurale è prevista per venerdi’. Lo ha detto il ministro dello sport russo Vitali Moutko, dopo una riunione all’Unesco di Parigi. La Russia è sotto inchiesta per l’ormai famosa vicenda del doping di stato.

“Dovrebbe esserci un equo sistema antidoping in tutto il mondo, uguale per tutti – ha detto Moutko -. Se riusciremo ad ottenere questo, allora la lotta al doping avrà effetto. Se in un paese si lavora in un determinato modo , se in Russia ci sono dei requisiti necessari che invece non sono presenti in altri stati, come è successo per l’ammissione dei nostri atleti ai Giochi, allora non si va da nessuna parte”.

Una commissione di tre persone, nominata dal Cio, darà l’ok definitivo ad ogni singolo atleta russo ammesso dalle federazioni: non sarà tollerato alcun legame con il doping.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo