ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Euro 2016: la Francia sfida la Germania campione del mondo per un posto in finale

the corner

Euro 2016: la Francia sfida la Germania campione del mondo per un posto in finale

Pubblicità

Paula Vilaplana: Francia e Germania si disputano a Marsiglia l’ultimo posto disponibile per la finale dell’Europeo di calcio a Parigi. Difficile dire chi sia il favorito. Con me Katharina Rabillon, giornalista del servizio tedesco, e Vincent Menard, del servizio francese. Iniziamo con la squadra che ospita la competizione. Vincent, come descriveresti in poche parole l’atmosfera qui in Francia con la nazionale a pochi passi dalla finale?

Vincent Menard: Tutta la Francia ha cominciato a sognare una nuova consacrazione in casa, dopo l’Europeo dell’‘84 e il Mondiale del ’98. I più superstiziosi hanno notato che “les Bleus” hanno vinto il campionato d’Europa ogni sedici anni: allora dopo l’84 e il 2000 perché non nel 2016?
L’inizio del torneo è stato abbastanza complicato, con delle vittorie difficili ottenute negli ultimi minuti contro la Romania e l’Albania, un pareggio insipido contro la Svizzera. È andata meglio dagli ottavi con un buon secondo tempo contro l’Irlanda e un match superbo nei quarti contro l’Islanda vinto per 5 a 2. Ma il primo vero test è questa partita contro la nazionale tedesca, una squadra di tutt’altro calibro e contro la quale i francesi tradizionalmente si trovano in difficoltà.

Paula Vilaplana: Il rivale della Francia è l’attuale campione del mondo, la Germania. La squadra è praticamente la stessa che vinse in Brasile due anni fa. Cosa ti aspetti da questo match, Katharina?

Katharina Rabillon: Mi aspetto una partita entusiasmante, perché ci sono pochi cambiamenti nella nostra squadra. In Germania molti sono pessimisti in questo momento, ma il tecnico Jogi Löw mantiene la calma. Tre giocatori non saranno in campo: Khedira, Gomez e Hummels. Löw è costretto a trovare delle soluzioni per questi ruoli chiave, un puzzle difficile. Ci si chiede: porterà Emre Can o Julian Weigl in semifinale? Inoltre stiamo ancora aspettando il grande momento di Müller, che non ha ancora segnato nel corso di questo Europeo. Ma le statistiche sono dalla nostra parte: dal 1958 la Francia non è riuscita a vincere contro la Germania né ai Mondiali né agli Europei.

Paula Vilaplana: La Francia è la squadra che finora ha segnato più gol in questo torneo, ma la Germania ha subito soltanto una rete, dall’Italia. Attacco o difesa, cosa conta di più?

Vincent Menard: Prima del torneo, eravamo molto preoccupati in Francia perché Karim Benzema non era stato selezionato. Era l’attaccante numero uno nella mente di Deschamps e non è stato inserito nel gruppo dei 23 a causa del suo ruolo nella vicenda sextape. Olivier Giroud lo sostituisce molto bene nel ruolo di centravanti. Libera spazi per i compagni, in particolare per Antoine Griezmann, che si è ripreso bene dalla sconfitta in finale di Champions League, e poi per Dimitri Payet, una delle grandi rivelazioni del torneo,eccellente nei calci piazzati. Questi tre giocatori sono complementari, hanno già segnato 10 degli 11 gol della nazionale francese! Speriamo che continuino così.

Katharina Rabillon: Senza dubbio abbiamo il miglior portiere al mondo, sul quale possiamo contare, come abbiamo visto ai calci di rigore contro l’Italia. Manuel Neuer è unico. 527 minuti: è il periodo durante il quale non ha subito gol in questo Europeo. Un record per un portiere tedesco in una grande competizione. Ma questa semifinale è una delle sfide più difficili. Giroud e Griezmann hanno entrambi superato “il muro di Neuer” in Champions. Mats Hummels non giocherà a causa della sospensione, probabilmente lo sostituirà Höwedes e poi dobbiamo sperare che Jerome Boateng non faccia altri falli di mano.

Paula Vilaplana: Come finirà?

Vincent Menard: Non è facile, sarà un match complicato, ma secondo me la Francia vincerà per 2 a 1 con gol di Giroud e Matuidi.

Katharina Rabillon: Voi avete il fattore campo, ma noi siamo campioni del mondo. Direi 2 a 0 per la Germania.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo