ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Euro 2016, al via le semifinali tra movimenti di mercato

the corner

Euro 2016, al via le semifinali tra movimenti di mercato

Pubblicità

Tra le semifinaliste, di sicuro è quella che meno ha brillato, in considerazione della mancanza di vittorie a conclusione dei tempi regolamentari e del risicato superamento del primo turno.

Ad ogni modo, il Portogallo è arrivato tra le prime 4, pronto a giocarsi l’accesso alla finalissima.

Per farlo, però, dovrà superare la strenua resistenza del Galles, squadra rivelazione di questo Europeo, giunta in semifinale per la prima volta nella sua storia, a coronamento del 3-1 rifilato al Belgio nei quarti.

Una poltrona per due

“Non penso che Bale abbia davvero bisogno di rivelarci i segreti di Ronaldo – afferma l’allenatore gallese, Coleman -, credo che lo conosciamo tutti. L’abbiamo tenuto d’occhio abbastanza a lungo, così i giocatori sanno chi hanno di fronte; non solo Ronaldo, conoscono bene anche gli altri giocatori portoghesi”.

“Il Galles non attua solo il tipico calcio inglese – dice il difensore lusitano Fonte -, ha giocatori con ottime capacità, che sono ad un livello molto alto. Quindi, ci aspettiamo una partita assai difficile, prepariamoci ad una battaglia”.

Sarà una sorta di sfida nella sfida, nella giornata che vedrà di fronte gli “amici” madridisti Bale e Ronaldo.

:::::

I calciatori più sorprendenti

Il portoghese Sanches, 19enne di origini capoverdiane in forza al Bayern Monaco, ricorda un po’ Clarence Seedorf: in grado di ricoprire più ruoli a centrocampo, è forte fisicamente ed abile con la palla al piede.

La Nazionale che ha in Bale la sua punta di diamante deve dire grazie al 27enne Robson-Kanu, peraltro in cerca di un ingaggio per la prossima stagione, che ha tolto le castagne dal fuoco ai suoi contro il Belgio.

Sua la palma del calciatore maggiormente sorprendente sul fronte gallese.

Il transalpino Payet ha sinora realizzato 3 reti in questa competizione, assurgendo agli onori della cronaca sportiva: per lui non manca l’interesse di svariati club europei, dopo un torneo che si sta rivelando estremamente positivo.

Infine, il 26enne difensore Jonas Hector, tedesco di Saarbruecken, in forza al Colonia, si è distinto tra i suoi per la solida continuità delle prestazioni.

Sembra avere un conto aperto con l’Italia, dato che l’unica rete in Nazionale l’ha messa a segno contro gli Azzurri nell’amichevole dello scorso marzo ed è inoltre colui che ha segnato il rigore decisivo nell’interminabile sfida dei quarti.

:::::

Euro 2016 non stoppa il calciomercato

Un trasferimento che ha fatto sensazione in questi giorni è senz’altro quello di Zlatan Ibrahimovic al Manchester United: per lui consueto contratto principesco e la prospettiva di risollevare le sorti dei “Red Devils”, quanto meno in ambito cittadino.

Il PSG ha prelevato dal Siviglia il centrocampista Grzegorz Krychowiak, 26enne polacco, reduce dall’Europeo.

Il calciatore ha sottoscritto un contratto quinquennale: a Siviglia, con Emery in panchina, ha giocato 56 partite in 2 stagioni.

Manuel Agudo Durán, meglio conosciuto come Nolito, è un attaccante spagnolo di 30 anni, acquistato per 18 milioni di euro dal Manchester City, squadra con cui ha firmato un contratto quadriennale.

Samuel Umtiti è invece un nuovo giocatore del Barcellona: il difensore francese passa così dal Lione al club catalano per la “modica” cifra di 25 milioni di euro.

Il portoghese Nani, per chiudere, è ufficialmente un attaccante del Valencia, che ha versato la clausola da 8,5 milioni di euro al Fenerbache.

A 29 anni, l’attaccante giocherà così il suo primo campionato in Spagna.

:::::

Nuovi tecnici per United e PSG

José Mourinho si è presentato ufficialmente all’Old Trafford come nuovo allenatore del Manchester United.

In conferenza, ha detto che proverà a vincere sia Premier che Champions, pur consapevole delle difficoltà derivanti dall’ardua concorrenza su ambo i fronti.

Vedremo quanto in fretta saprà archiviare l’esonero dal Chelsea.

Sin da prima della presentazione, lo spagnolo Unai Emery lavora alacremente anche dietro le quinte, al fine di allestire un PSG che completi l’opera di crescita degli ultimi anni e provi ad ambire alla conquista della Champions League, non avendo praticamente rivali in patria.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo