ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Stati Uniti: la Corte suprema blocca il piano dell'immigrazione di Obama

mondo

Stati Uniti: la Corte suprema blocca il piano dell'immigrazione di Obama

Pubblicità

La Corte Suprema di Washington ferma il piano dell’immigrazione del presidente Obama. I giudici hanno emesso una sentenza di pareggio, in vigore resta dunque il no alla riforma deciso dal giudice di primo grado. I togati si sono divisi a metà, quattro a favore e quattro contro il ricorso di 26 Stati che hanno contestato il decreto esecutivo emanato dal presidente nel 2014 per evitare l’espulsione circa cinque milioni di illegali che vivono nel Paese.

“La decisione odierna è frustrante per tutti quelli che cercano di far crescere la nostra economia e che vogliono normalizzare il sistema di immigrazione per permettere alle persone di uscire dall’ombra, far sparire questa perenne nuvola che aleggia su di loro”, ha detto Obama.

Dai 26 Stati, quasi tutti a maggioranza repubblicana, Obama era stato accusato di aver violato la costituzione. Sono oltre 11 milioni i clandestini negli Stati Uniti, circa la metà sono messicani. Il piano prevede la regolarizzazione di quanti sono in grado di dimostrare di essere negli Stati Uniti da almeno cinque anni e senza precedenti penali. Il tema è stato uno dei più caldi della campagna per le presidenziali.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo