ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Referendum in Regno Unito: Cameron, non votate in base a informazioni false

mondo

Referendum in Regno Unito: Cameron, non votate in base a informazioni false

Pubblicità

Ultimo giorno per gli elettori britannici per registrarsi per il referendum del 23 giugno sull’appartenenza all’Unione Europea e giorno del primo faccia a faccia fra David Cameron e Nigel Farage. I leader dei due campi rispondono stasera in diretta televisiva alle domande dei britannici.

Il primo ministro britannico ha convocato una conferenza stampa per denunciare le informazioni false fatte circolare dai sostenitori della Brexit: tra queste la partecipazione del Regno Unito ai programmi di bailout per i Paesi dell’eurozona.

“Non si deve perdere la testa e cominciare a fare errori fattuali”, aha affermato Cameron. “Non sono io a dover spiegare perché hanno fatto quegli errori. Ma è mio compito denunciarlo in questo momento importante della campagna. Non fate la vostra scelta in base a informazioni false”.

A 16 giorni dal voto, il campo del no all’Unione Europea rappresentato da Nigel Farage, leader del partito antieuropeo e xenofobo UKIP, è passato in testa nei sondaggi per la prima volta da quasi un mese. Secondo il sito WhatUKThinks, la Brexit vincerebbe con il 51% dei voti.

L’altro campo guadagna il sostegno del mondo sindacale. I dirigenti di dieci sindacati della confederazione Trade Union Congress sulla stampa britannica si sono espressi a favore della permanenza nell’Unione Europea.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo