Che cos'è la "Brexit" e altre 8 domande frequenti sul referendum nel Regno Unito

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Che cos'è la "Brexit" e altre 8 domande frequenti sul referendum nel Regno Unito

<p>Con l’avvicinarsi del referendum sulla permanenza della Gran Bretagna nell’Unione europea, gli elettori si stanno concentrando sugli aspetti pratici di questo scrutinio. </p> <p>Grazie a Google Trends, Euronews ha analizzato le ricerche più frequenti effettuate dagli utenti per cercare di fornire alcune informazioni essenziali.</p> <p><strong>Quando si tiene il referendum?</strong></p> <p>Si vota il 23 giugno 2016. </p> <p><strong>Che cosa significa “Brexit”?</strong></p> <p>E’ un neologismo derivato dalla fusione dei termini “Britain” e “exit”, per descrivere ciò che accadrebbe nel caso di un’uscita del Regno Unito dall’Unione europea.</p> <p><strong>Chi può partecipare al referendum?</strong></p> <p>I cittadini britannici con almeno 18 anni di età, a meno che non abbiano vissuto fuori dal Paese per più di quindici anni. Possono votare anche i cittadini irlandesi e quelli del Commonwealth, purché residenti in Gran Bretagna.</p> <p><strong>Come partecipare al referendum?</strong></p> <p>Chi è già iscritto alle liste elettorali, riceverà per posta le informazioni necessarie. Nel giorno del referendum, non dovrà quindi fare altro che recarsi al seggio e votare. Chi non è ancora iscritto, può farlo <a href="https://www.gov.uk/register-to-vote?gclid=CjwKEAjwubK4BRC1xczKrZyj3mkSJAC6ntgrsp9sQJrpV2vqfEfH7KT5JsipGb0H4vIKTWESKBSPexoC_y7w_wcB">qui</a></p> <p>Si può anche votare <a href="http://www.aboutmyvote.co.uk/how-do-i-vote/voting-by-post">per corrispondenza</a></p> <p><strong>Che cosa accadrebbe ai cittadini britannici dopo la Brexit?</strong></p> <p>Se vincesse il “no”, si aprirebbero almeno due anni di trattative per stabilire i termini dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea. E verrebbero negoziate anche le condizioni alle quali i cittadini europei attualmente residenti nel Regno Unito saranno autorizzati a restarvi. </p> <p>Cacciare i cittadini europei dal Paese danneggerebbe l’economia britannica, quindi è un’eventualità improbabile. Tuttavia, le regole per i nuovi arrivi potrebbero cambiare e questo significa che non tutti i cittadini europei verrebbero trattati allo stesso modo.</p>