ULTIM'ORA

Lettura in corso:

La top-gun ucraina Savchenko debutta da parlamentare

mondo

La top-gun ucraina Savchenko debutta da parlamentare

Pubblicità

Un poster con il suo ritratto ad accoglierla e una bandiera ucraina ad anticipare il senso del suo discorso. Infiammato e patriottico il primo intervento da parlamentare di Nadia Savchenko, la pilota militare scambiata la scorsa settimana da Kiev con due presunte spie di Mosca ed eletta al parlamento ucraino durante la sua detenzione in Russia.

“Non lascerò che dimentichiate – ha scandito dal pulpito -. Non permetterò che voi, che sedete a questi banchi del parlamento, dimentichiate tutti quei giovani che hanno sacrificato la loro vita per l’Ucraina a Maidan. E tutti quegli altri, ancora, che continuano ora a morire per la Patria nel Donbass”.

Per molti un simbolo del conflitto nell’est dell’Ucraina, Savchenko era stata condannata in Russia a 22 anni di reclusione, con l’accusa di aver fornito le posizioni di due giornalisti, poi uccisi da un tiro di mortaio nel giugno del 2014.

Savchenko vola alto: “Se volete sarò Presidente”

Insignita dal presidente Poroshenko della “Stella d’oro di eroe nazionale”, la top-gun non aveva fatto mistero di puntare addirittura alla guida del Paese: “Se volete che sia Presidente, sarò presidente”, aveva detto poco dopo la sua liberazione. Un orizzonte tuttavia di lungo termine, visto che l’appuntamento con le urne è in Ucraina fra tre anni, in attesa del quale Savchenko ha enumerato come – punti chiave del suo programma -, la liberazione degli ucraini ancora detenuti in Russia, le trattative con i separatisti che controllano l’est del Paese e il ritorno ai comandi di un elicottero.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo