ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Trump: l'alleanza Kasich-Cruz dimostra che il meccanismo delle primarie è marcio

Donald Trump si scaglia contro l’inedita iniziativa dei candidati repubblicani John Kasich e Ted Cruz d’unirsi contro di lui. E lo fa alla vigilia

Lettura in corso:

Trump: l'alleanza Kasich-Cruz dimostra che il meccanismo delle primarie è marcio

Dimensioni di testo Aa Aa

Donald Trump si scaglia contro l’inedita iniziativa dei candidati repubblicani John Kasich e Ted Cruz d’unirsi contro di lui. E lo fa alla vigilia del nuovo Super Tuesday nel quale oggi sono in ballo 172 delegati per il Grand Old Party.

“Grazie a me adesso tutti si rendono conto che le primarie repubblicane sono un sistema assolutamente truccato, corrotto” ha detto Trump. “Ci sono due candidati che non hanno più nessuna possibilità di vincere, che sono matematicamente fuori dalla competizione, che dovrebbero gettare la spugna in modo da poter serrare i ranghi, in modo da poterci unire e combattere assieme contro quella disonesta di Hillary Clinton e farle male, farle davvero male di brutto e batterla”.

Ma la tecnica di sbarramento scelta Kasich e Cruz, singolarmente destinati a sconfitta certa, potrebbe giocare a favore del miliardario newyorchese secondo gli esperti.

Terry Madonna, Direttore della Franklin & Marshall College Poll: “Posso capire quale sia la strategia che ci sta dietro ma credo che rischi semplicemente di alimentare proprio la visione cara a Trump secondo cui lui è solo contro l’establishment, contro i leader di partito, che ci sono persone che non possono accedere alla nomination, che stanno soltanto tramando per fermarlo” spiega.

Kasich e Cruz si concentreranno sugli Stati in cui rispettivamente hanno più chance, dividendosi Indiana (3 maggio), Oregon (17 maggio) e New Mexico (7 giugno). Nei sobborghi di Filadelfia c’era anche Matteo Salvini che ha incontrato Trump durante uno dei suoi comizi.