ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Costituzione religiosa per la Turchia". La proposta di un membro dell'AKP

Proteste ad Ankara, contro il Presidente del Parlamento. Nel partito di Erdogan prende le distanze il numero uno della Commissione per la riforma costituzionale

Lettura in corso:

"Costituzione religiosa per la Turchia". La proposta di un membro dell'AKP

Dimensioni di testo Aa Aa

Proteste in strada hanno accolto ad Ankara la proposta di un deputato del partito di Erdogan di integrare nella nuova costituzione riferimenti all’Islam.

Point of view

La laicità non deve trovare spazio nella nostra costituzione. Perché rinnegare l'importanza che ha per noi l'Islam?

Con buona pace di Mustafa Kemal, il padre della Turchia moderna, secondo il Presidente del Parlamento è arrivato il momento di epurare la legge fondamentale del principio di laicità che dagli anni ’20 forgia lo stato turco. Un paese a larga maggioranza musulmana come il nostro, è il ragionamento, deve dotarsi di una “costituzione religiosa”.

“La laicità non deve trovare spazio nella nostra nuova costituzione. Ci sono soltanto tre paesi al mondo che glielo accordano – ha sostenuto Ismail Kahraman -: la Francia, l’Irlanda e la Turchia. Noi siamo però un paese musulmano e in quanto tale perché dovremmo rinnegare l’importanza che riconosciamo alla religione?”.

La fuga in avanti del Presidente del Parlamento turco sorprende tuttavia in seno allo stesso AKP. Il presidente della Commissione di riforma costituzionale ha preso le distanze e detto che il tema non è all’ordine del giorno del partito.