ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontro Apple-Fbi: rinviata udienza su sblocco iPhone

Il Dipartimento di Giustizia Americano ritiene che l’intervento di Apple non sia strettamente necessario per sbloccare l’accesso ai dati del telefono

Lettura in corso:

Scontro Apple-Fbi: rinviata udienza su sblocco iPhone

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Dipartimento di Giustizia Americano ritiene che l’intervento di Apple non sia strettamente necessario per sbloccare l’accesso ai dati del telefono cellulare iPhone utilizzato da Syed Rizwan Farook, uno degli autori della strage di San Bernardino.

Viene in questo modo rinviata l’udienza prevista per oggi e che avrebbe avuto come oggetto il tema che contrappone l’azienda di Cupertino all’Fbi, impegnato nelle indagini sulla strage dello scorso anno.

Apple ha dichiarato di non essere a conoscenza delle tecnologie che il Federal Bureau of Investigation intende impiegare per sbloccare il telefono e chiede che ci sia una condivisione di informazioni in tale senso.

Al centro del braccio di ferro tra Fbi e Apple le indagini sulla strage di San Bernardino, in California, che lo scorso 2 dicembre era costata la vita a 14 persone. L’inversione di rotta dell’Fbi, che fino a due giorni fa insisteva sul cruciale aiuto di Apple per accedere alle informazioni contenunte nel telefono di uno dei presunti autori, è stata stigmatizzata da Edward Snowden che ha parlato di un ulteriore danno per la credibilità dell’agenzia.