ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

World Travel Market, il turismo mondiale va in vetrina a Londra

È decollata con 250 nuovi espositori a bordo l’edizione 2015 del World Travel Market, fiera londinese dedicata al settore viaggi. Un’occasione per

Lettura in corso:

World Travel Market, il turismo mondiale va in vetrina a Londra

Dimensioni di testo Aa Aa

È decollata con 250 nuovi espositori a bordo l’edizione 2015 del World Travel Market, fiera londinese dedicata al settore viaggi. Un’occasione per Paesi come la Georgia (che si definisce ‘il segreto meglio custodito d’Europa’) per sviluppare il suo comparto turistico.

“L’anno scorso abbiamo accolto cinque milioni e mezzo di visitatori stranieri”, afferma George Chogovadze, numero uno dell’autorità georgiana per il turismo. “Quest’anno ne prevediamo circa sei milioni, cioè quasi il doppio della popolazione della Georgia, che si ferma a 3,7 milioni”, sottolinea.

Nazioni come il Kazakistan hanno compreso il potenziale del turismo per la crescita economica e sono a Londra per mostrare la propria apertura al mondo. Ad esempio in termini di visti necessari: un problema, afferma uno studio della European Travel Commission, quando si tratta di accogliere turisti dei Paesi emergenti in Europa.

“Se nei prossimi cinque anni – spiega il vice presidente Mark Henry – semplificassimo le procedure di visto per i viaggiatori provenienti da questi grandi mercati, potremmo avere 84 milioni di visitatori in più in arrivo in Europa, per una spesa aggiuntiva di oltre 114 miliardi di euro”.

La politica scelta dalle Filippine è quella di coinvolgere il più possibile tutte e 18 le regioni del Paese nel turismo, settore che rappresenta circa l’8% del Pil.

“In definitiva – sostiene Domingo Ramon C. Enerio III, presidente dell’autorità per la promozione del turismo nel Paese – l’intera nazione dev’essere pronta ad accogliere i turisti e tutti dovrebbero giocare un ruolo nel rendere divertente l’esperienza di ciascun visitatore”.

A cercare di ritagliarsi una fetta dei 3,5 miliardi di euro di contratti in discussione alla fiera c‘è anche il Kenya. Gli attacchi degli al-Shabaab di quest’anno hanno spaventato i turisti. Il governo ha reagito annunciando proprio a Londra dei sussidi per i voli charter.

“Colorato, accogliente e aperto al mondo. È così che ogni Paese vuole presentarsi a questa fiera, dove si sono raccolti i principali attori dell’industria del turismo”, racconta l’inviato di Euronews Sebastian Saam. “Al centro di tutto i nuovi trend, gli sviluppi del settore, ma soprattutto gli affari”, conclude.