ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Catalogna domenica al voto. In palio alle regionali la secessione da Madrid

Alle urne come allo stadio. A Barcellona sventola il tifo dei due schieramenti: bandiere spagnole da una parte e indipendentiste dall'altra

Lettura in corso:

Catalogna domenica al voto. In palio alle regionali la secessione da Madrid

Dimensioni di testo Aa Aa

La bandiera regionale da una parte e il vessillo indipendentista sovrapposto a quello spagnolo dall’altra. La sintesi delle elezioni in Catalogna di questa domenica è appesa alle finestre dei palazzi di Barcellona: regionali da molti vissute con il trasporto di una partita di calcio, a cui la piattaforma guidata da Artur Mas ha promesso di far seguire, in caso di vittoria, la secessione da Madrid entro 18 mesi.

Le divergenze fra gli elettori emergono però già dalla lingua con cui rispondono alle telecamere. “Dopo quanto accaduto negli ultimi anni – dice un giovane in catalano -, ritengo che la secessione sia necessaria. Credo che apporterebbe dei cambiamenti positivi e ho l’impressione che le cose stiano andando nella direzione giusta”.

“Non sono favorevole alla secessione perché non voglio che si finisca per lasciare la Spagna – risponde invece in castigliano un altro passante -. Ho sposato una catalana, i miei figli e i miei nipoti sono catalani. Ma non voglio una Catalogna indipendente. Spero che si arrivi a trovare soluzione migliore”.

Tutto quello che c‘è da sapere sulle elezioni regionali in Catalogna

Più dell’allarme di Rajoy su conseguenze economiche e politiche di un’eventuale secessione, a far presa sugli elettori sembrano essere le promesse di libertà e autodeterminazione degli indipendentisti. Quasi scontato che otterranno la maggioranza, l’interrogativo è soprattutto se sarà assoluta.