ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: mare resituisce i corpi di almeno 200 migranti

Orrore al largo delle coste libiche. Entro le acque territoriali del paese. Almeno 200 corpi di migranti sono stati recuperati dalla guardia costiera

Lettura in corso:

Libia: mare resituisce i corpi di almeno 200 migranti

Dimensioni di testo Aa Aa

Orrore al largo delle coste libiche. Entro le acque territoriali del paese. Almeno 200 corpi di migranti sono stati recuperati dalla guardia costiera al largo di Zuwara. Una quarantina a bordo di un paio di carrette del mare. Gli altri che galleggiavano attorno.

Mercoledì 52 morti erano stati recuperati da una nave della marina svedese. Erano oltre 450 a bordo di una barca. I morti erano tutti sottocoperta, probabilmente asfissiati perché stipati come al solito dai mercanti di uomini che cercano così di massimizzare i guadagni dei loro traffici.

Sono già diverse migliaia quest’anno i corpi che il Mediterraneo ha restituito ai soccorsi. Il mare resta comunque la via più pericolosa rispetto a quella che dalla Macedonia si dirige in Serbia e di lì in Europa centrale e settentrionale.