This content is not available in your region

Naufragio in Libia. Si temono 200 vittime: "E' la rotta della morte"

Access to the comments Commenti
Di Diego Giuliani
Naufragio in Libia. Si temono 200 vittime: "E' la rotta della morte"

<p>Chi si è salvato la chiama ormai la “rotta della morte”: quel braccio di Mediterraneo tra Libia e Sicilia, che ancora una volta è tornato a inghiottire sogni e vite umane di chi inseguiva soltanto un domani migliore. </p> <p>Circa 200 la stima azzardata dalle autorità libiche nella tarda serata di giovedì, dopo l’ennesima tragedia del mare. Altrettanti i migranti soccorsi al largo di Zuwara, città al confine con la Tunisia, nota come snodo per gli scafisti, ma a bordo dell’imbarcazione affondata si teme ve ne fossero più del doppio. </p> <p><blockquote class="twitter-tweet" lang="it"><p lang="en" dir="ltr">and if <a href="https://twitter.com/hashtag/Afghanistan?src=hash">#Afghanistan</a> doing so well, why have 60,000 left this yr? <a href="https://twitter.com/hashtag/Libya?src=hash">#Libya</a> boats capsize off <a href="https://twitter.com/hashtag/Zuwara?src=hash">#Zuwara</a> carrying hundreds <a href="http://t.co/V0GHZHibAm">http://t.co/V0GHZHibAm</a></p>— Ann Marlowe (@annmarlowe) <a href="https://twitter.com/annmarlowe/status/637062917326827520">28 Agosto 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script></p> <p>Dai centri di detenzione dove sono stati portati, i superstiti offrono alle telecamere storie di gratitudine e di ormai quotidiano orrore. </p> <p>“La nostra imbarcazione è affondata – racconta uno di loro -. Era in pessime condizioni e in molti hanno perso la vita. Dio benedica la Guardia costiera libica che ci ha salvati. Eravamo stati costretti a imboccare questa rotta, che ormai chiamano la ‘rotta della morte’, la tomba del Meditterraneo”. </p> <p><blockquote class="twitter-tweet" lang="it"><p lang="en" dir="ltr"><a href="https://twitter.com/hashtag/Mediterranean?src=hash">#Mediterranean</a>: Today IT <a href="https://twitter.com/hashtag/CoastGuard?src=hash">#CoastGuard</a> & Swedish <a href="https://twitter.com/hashtag/Poseidon?src=hash">#Poseidon</a> rescued 430 <a href="https://twitter.com/hashtag/migrants?src=hash">#migrants</a>: nearly 50 bodies found on the boat <a href="http://t.co/1zA2mvhbVo">pic.twitter.com/1zA2mvhbVo</a></p>— Sebastiano Cardi (@sebastianocardi) <a href="https://twitter.com/sebastianocardi/status/636617128490180608">26 Agosto 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script></p> <p>Le testimonianze raccolte suggeriscono che in molti siano morti intrappolati nella stiva. Una sorte tristemente simile a quella delle 52 persone, poche ore prima trovate senza vita nella sala macchine di un’imbarcazione che aveva fatto naufragio nel Canale di Sicilia. </p> <p><blockquote class="twitter-tweet" lang="it"><p lang="it" dir="ltr"><a href="https://twitter.com/hashtag/Migranti?src=hash">#Migranti</a>, l'arrivo della nave Poseidon nel porto di <a href="https://twitter.com/hashtag/Palermo?src=hash">#Palermo</a> con a bordo i 571 sopravvissuti e le 52 vittime <a href="http://t.co/N4TgWfyWNx">http://t.co/N4TgWfyWNx</a></p>— YouReporter (@YouReporter) <a href="https://twitter.com/YouReporter/status/637005666419388416">27 Agosto 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script></p>