ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bolivia: Papa Francesco ricorda gesuita ucciso dai paramilitari

L’altitudine è rischiosa per la sua età, eppure Papa Francesco non vuole dei freni. Arrivato in Bolivia, all’aeroporto di El Alto, un’altitudine di

Lettura in corso:

Bolivia: Papa Francesco ricorda gesuita ucciso dai paramilitari

Dimensioni di testo Aa Aa

L’altitudine è rischiosa per la sua età, eppure Papa Francesco non vuole dei freni. Arrivato in Bolivia, all’aeroporto di El Alto, un’altitudine di circa 4 mila metri ha ricevuto in regalo dal presidente Evo Morales una “chuspa”, un contenitore tradizionale con foglie di coca. Poi
in viaggio per La Paz, il Pontefice si è recato nel luogo dell’eccidio del gesuita Luis Espinal Camps, massacrato
dai paramilitari nel 1980 durante le battaglie in sostegno ai minatori.

“Mi sono fermato per salutarvi e soprattutto per rendere omaggio a un fratello – ha detto il Papa – Per ricordare un nostro fratello, vittima degli interessi di chi non voleva che si lottasse per la libertà della Bolivia”.

Ad attendere il Pontefice proveniente dall’Ecuador,
migliaia di persone, tra cui esponenti delle comunità indigene. Lasciata La Paz, il Papa si è spostato a Santa Cruz.