ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sud Corea: la paura della Mers contagia l'economia

Un intero villaggio in quarantena. In Corea del Sud la paura per l’epidemia di Mers è ancora più contagiosa del virus stesso. Da una settimana, da

Lettura in corso:

Sud Corea: la paura della Mers contagia l'economia

Dimensioni di testo Aa Aa

Un intero villaggio in quarantena. In Corea del Sud la paura per l’epidemia di Mers è ancora più contagiosa del virus stesso. Da una settimana, da quando a una residente è stato disgnosticato il virus, gli abitanti di Jangduk, 280 km a sud di Seoul, non sono più padroni di muoversi liberamente.
La donna è stata contagiata durante un ricovero. Ecco perchè la gente ora ha il terrore dei centri medici e comincia a disertare i corridoi di cliniche ed ospedali.
Nel centro medico Samsung,dove sono confluiti la maggior parte dei casi di Mers, il numero dei pazienti è sceso del 40% mentre le cancellazioni degli appuntamenti sono aumentate drasticamente.
Si evita anche la metropolitana. A Seoul sono in media 4,6 milioni le persone che ogni giorno utilizzano il servizio. Dalla scorsa settimana la cifra è dimezzata, come spiega il General Manager della Seoul Metro:
“Dall’inizio dell’epidemia il numero di passeggeri della metropolitana è diminuito del 10%: ci sono 450mila persone al giorno in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Normalmente disinfettiamo i treni una volta alla settimana.Ma adesso lo facciamo tutti i giorni per prevenire la diffusione di Mers”.
Le conseguenze economiche peggiori dell’epidemia stanno ricadendo sul settore terziario, specie nel campo dell’intrattenimento. Si evitano tutti i luoghi affollati: ed ecco che anche allo stadio di Jamsil, tempio del baseball tanto amato dai sudcoreani, le ultime partite hanno registrato un calo di spettatori del 43%.
Vuoti anche i centri commerciali, le cui vendite sono calate del 25% in giugno rispetto ai primi giorni di maggio. E, secondo il ministero delle Finanze, anche i supermarket hanno venduto il 7,2% in meno nelle prime due settimane di giugno rispetto al mese scorso.
Insomma: domanda debole e crollo delle esportazioni a causa della valuta troppo forte. Le autorità sudcoreane hanno annunciato misure straordinarie per stimolare di nuovo l’economia. Un fondo da 319 milioni di euro sarà destinato a compensare i danni economici causati dalla Mers; verranno introdotte delle riduzioni di imposte e la Banca di Corea ha deciso di ridurre i suoi tassi d’interesse all’1,5%
In questo scenario l’unico segnale positivo è la riapertura di moltissime scuole che la scorsa settimana avevano chiuso i battenti. Sempre nell’attenta osservazione delle regole suggerite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.