ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Suoni d'Estonia: alla Settimanma della Musica di Tallin

Lettura in corso:

Suoni d'Estonia: alla Settimanma della Musica di Tallin

Dimensioni di testo Aa Aa

Un concerto in salotto è fra le prelibatezze della settima edizione della Settimana della Musica di Tallin (Estonia) in cui 205 artisti provenienti

Un concerto in salotto è fra le prelibatezze della settima edizione della Settimana della Musica di Tallin (Estonia) in cui 205 artisti provenienti da 26 paesi si sono dati appuntamento in questi giorni.

Oltre al programma ufficiale i talenti in pista si dedicano a presentazioni estemporanee in diversi luoghi della città. Cosi’ c‘è chi apre la sua casa o il suo negozio per ospitare un evento e il suo pubblico limitato solo dallo spazio disponibile.

La musica è nel DNA degli estoni, assicura la direttrice del festival.

Helen Sildna, Direttrice della Settimana della Musica di Tallin: “Tutti conoscono la Rivoluzione Cantata e di come la musica abbia svolto un ruolo centrale nella nostra storia durante i secoli. La gente che celebra le sue feste, gli anniversari, le nascite o le notti di mezza estate lo fa cantando”.

La Rivoluzione Cantata richiama gli eventi, compresi tra il 1987 e il 1991, legati al ritorno dell’indipendenza nelle nazioni baltiche.

*Singing Revolution: http://en.wikipedia.org/wiki/Singing_Revolution
—————————

Un mix di tradizione estone e musica moderna per l’artista di origini estoni che vive in Svizzera Ingrid Lucas.

Ingrid Lucas, musicista: “Tutto è dentro di me. Sono nata in Estonia, dove sono le mie radici. La parte moderna viene dal mio batterista e dalla città in cui vivo, Zurigo. Io cerco di fondere natura, tradizione e urbano”.

Il suo terzo album “Demimonde” è in distribuzione.

http://www.ingridlukas.com/
http://tmw.ee/#!/artist/ingrid-lukas

La violoncellista belga Brendan Jan Walsh viene invece a dimostrare che la musica classica è in realtà grande musica da ballo.

Brendan Jan Walsh, violoncellista:
“Siamo giovani, ci godiamo questo tipo di musica, ma lo facciamo a modo nostro. Allora non andiamo nelle sale da concerto dove ci sono solo persone in grigio che si domandano dove hanno comprato il profumo, noi siamo la festa e basta”. “La combinazione fra la vita e la musica, l’abilità del DJ e le luci tutto diventa una festa anche grazie alla musica classica”

http://tmw.ee/#!/special/very-special-events/classical-music-rave

——————————
Hurricane Love

Nina Knutsson, cantante: “Di solito ci descriviamo come ‘Arena Pop Band’. Abbiamo canzoni pop e il gran finale con musiche esplosive, simbologie e rocckyness”….
dice Nina Knutsson per descrivere il sound euforico della band ‘Hurricane Love’. Il loro sisgolo di debutto è “Nowhere to go”.

Il sestetto di Malmö è costantemente in tour e stanno per distribuire la loro prima opera.

http://tmw.ee/#!/artist/hurricane-love

Maarja Nuut è violinista e cantante estone. Sola sul palco se ne intende di violino ed elettronica, tenendo in mente anche i canti tradizionali. Opera con vecchie registrazioni d’archivio.

Maarja Nuut, cantante e violinista:
“Ho iniziato l’esperienza quando ho trovato questi archivi di registrazioni e ho sentito per la prima volta, la musica estone, mi ha stupito questo suono. Mi sembrava di non aver mai sentito nulla di simile e, allo stesso tempo, era così naturale, logico, bello cosi’ ho cominciato a lavorare”

Maarja Nuut inciderà presto il suo secondo album ed è in tournée quest’estate.

http://www.maarjanuut.com/?page_id=54

http://tmw.ee/#!/artist/maarja-nuut