ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tunisia al voto per le presidenziali. E' corsa a due fra Essebsi e Marzouki

Lettura in corso:

Tunisia al voto per le presidenziali. E' corsa a due fra Essebsi e Marzouki

Dimensioni di testo Aa Aa

La Tunisia alle urne per le prime presidenziali dalla rivoluzione del 2011. Ultimo atto di una transizione politica iniziata con la cacciata di Ben Ali, il voto di oggi segue di poche settimane le elezioni legislative che a settembre hanno regalato una maggioranza relativa al partito anti-islamista Niida Tounes.

Numeri che consegnano al suo leader Béji Caïd Essebsi il biglietto da visita di principale favorito tra i 27 candidati in lizza. Contro di lui giocano però trascorsi ed età avanzata: 87 anni che l’hanno portato anche a militare nel partito di Ben Ali.

“Volto dell’ancien regime” è l’accusa che gli rivolge infatti Moncef Marzouki, presidente ad interim dalla fine del 2011, che dopo la legittimazione di un accordo politico con gli islamisti di Ennhada cerca ora quella del voto popolare per ottenere un nuovo mandato.

Sulla corsa a due fra Essebsi e Marzouki, che già sembra destinata al ballottaggio, pesa però proprio l’incognita Ennhada: seconda forza politica del Paese, che ha rinunciato a presentare un proprio candidato e a dare chiare indicazioni di voto.