This content is not available in your region

Dal Burj Kalifa al museo del futuro: le meraviglie architettoniche di Dubai

Dal Burj Kalifa al museo del futuro: le meraviglie architettoniche di Dubai
Diritti d'autore  euronews   -   Credit: Dubai
Di Euronews

Dubai è una città di meraviglie architettoniche moderne: innovativa e ambiziosa, continua a superare i limiti. Con oltre 828 metri e più di 160 piani, il Burj Khalifa è l'edificio più alto al mondo: progettato da Skidmore, Owings & Merrill LLP (SOM), è una combinazione di visione audace e scienza.

Brian Kleiver, Associate Principal e MENA Director of Architecture di SOM, dice ad Euronews: "Una delle sfide più grandi è stata quella di capire come si poteva farlo stare in piedi: essendo così alto e resistendo alle forze del vento, questa era la sfida più grande. Per questo motivo, il nostro team di strutturisti si è impegnato a fondo per risolvere il problema".

Mentre il Burj Khalifa continua a dominare lo skyline della città, il nuovo gioiello dell'architettura di Dubai è il Museo del Futuro. Questo punto di riferimento di sette piani è stato descritto come l'edificio più bello al mondo: la sua facciata in acciaio inossidabile si estende per 17.000 metri quadrati ed è composta da 1024 lastre prodotte interamente da robot ed è ornata da simboli calligrafici arabi.

Dubai è sempre più attenta all'ambiente e al patrimonio locale, cosa che appassiona Sumaya Dabbagh, fondatrice di Dabbagh Architects. Lei e il suo team hanno realizzato la Moschea della Luce, una moschea contemporanea con una facciata in pietra bianca, ricoperta di forme geometriche e simboli calligrafici.

"Penso sia un esempio di architettura emergente che non si vede spesso nella regione, c'è sottigliezza, c'è contestualismo. Con la moschea in particolare, credo si stia affrontando una sorta di questione del tipo: ‘cos'è l'architettura islamica?'. Spesso le moschee tendono a fare riferimento al passato senza considerare come possano essere contemporanee, come possono essere rilevanti per il nostro tempo", ha detto. 

Il quartiere storico di Al Fahidi, vicino al Dubai Creek, è un ottimo esempio di architettura della metà del XIX secolo a Dubai. Alzando lo sguardo dai vicoli tortuosi, si possono vedere le tradizionali torri del vento, chiamate Barjeels: realizzate in gesso, arenaria e legno di palma, sono state progettate per il raffreddamento, ai tempi in cui non c'era l'aria condizionata.

Lo studio Dewan Architects è uno dei più antichi di Dubai, ma ha gli occhi puntati sul futuro: ha appena lanciato Babel 4.0, una reinterpretazione metafisica della mitica Torre di Babele. È il suo primo NFT di ispirazione architettonica che incoraggerà le comunità a scambiarsi idee nel metaverso.

Mohammed Adib, Chief Design Officer di Dewan Architects & Engineers, afferma: "Abbiamo pensato che per noi il metaverso è più di una comunità, è qualcosa che ci permette di condividere informazioni. La Torre di Babele è stata una sorta di fuga di tutta l'umanità dalle guerre per riunirsi, così abbiamo pensato di sviluppare qualcosa di simile, proncipalmente per il design".

Dubai è una città che ha fatto molta strada dagli anni '80, quando l'unica torre sulla Sheikh Zayed Road era il World Trade Centre, storicamente chiamato Sheikh Rashid Tower. Mohammed Adib, Chief Design Officer di Dewan Architects & Engineers, ha aggiunto: "Ho smesso da tempo di scommettere contro Dubai: tutto quello che si diceva di voler fare è stato poi realizzato. Si è creata un'area in cui tutti amano vivere, è leader mondiale in termini di costruzioni e progetti".