Contenuto pubblicitario

 Information Office of Qingdao Municipal Government
Il termine "Partner Content" viene utilizzato per descrivere il contenuto del marchio che viene pagato e controllato dall'inserzionista piuttosto che dal team editoriale di Euronews. Questo contenuto è prodotto dai dipartimenti commerciali e non coinvolge lo staff editoriale di Euronews o i giornalisti della redazione. Il partner finanziatore ha il controllo degli argomenti, del contenuto e dell'approvazione finale in collaborazione con il dipartimento di produzione commerciale di Euronews.
This content is not available in your region
Contenuto pubblicitario
Il termine "Partner Content" viene utilizzato per descrivere il contenuto del marchio che viene pagato e controllato dall'inserzionista piuttosto che dal team editoriale di Euronews. Questo contenuto è prodotto dai dipartimenti commerciali e non coinvolge lo staff editoriale di Euronews o i giornalisti della redazione. Il partner finanziatore ha il controllo degli argomenti, del contenuto e dell'approvazione finale in collaborazione con il dipartimento di produzione commerciale di Euronews.
Information Office of Qingdao Municipal Government

Qingdao: dove l’antica tradizione si fonde con l’innovazione aziendale

Qingdao
Qingdao   -   Diritti d'autore  euronews

Conosciuta come la “perla del Mar Giallo”, la città costiera cinese di Qingdao è incastonata in un’ampia baia all’estremità meridionale della penisola dello Shandong. Costellata di spiagge, il suo orizzonte è trafitto da vertiginose torri di vetro oltre le quali si stagliano montagne immerse fra le nuvole.

La vetta più alta, il monte Laoshan, si trova a 1.133 metri sul livello del mare ed è il luogo di nascita del taoismo, religione e filosofia dell’antica Cina, secondo la quale gli esseri umani e gli animali dovrebbero vivere in equilibrio con il Tao, o l’universo. Un luogo sereno e mistico grazie alla presenza di numerosi templi e venerato dagli imperatori millenni di anni fa.

Le conquiste culturali e scientifiche di Qingdao includono una fiorente industria cinematografica e televisiva e diversi importanti centri di ricerca marina. L’eredità del suo vivace passato, incluso un periodo sotto il dominio tedesco, è evidente nel curioso mix di architettura, per non parlare del birrificio Tsingtao, (ortografia alternativa per “Qingdao”), noto in tutto il mondo.

Importante città portuale, con una popolazione metropolitana di quasi sei milioni di abitanti, la città presiede sette distretti, per un’area totale di 11.000 chilometri quadrati. Oltre alla sua popolarità come luogo di villeggiatura, Qingdao sta rapidamente diventando un centro internazionale per gli affari, con 172 aziende incluse nella classifica Fortune Global 500, tra cui Nokia, Panasonic e IBM, che attualmente investono nella città.

I vertici e le conferenze che si tengono a Qingdao attirano leader aziendali da tutto il mondo. Nel 2021, il secondo Vertice delle multinazionali di Qingdao ha richiamato 10.000 partecipanti e oltre 500 leader del settore.

Altri importanti incontri ed eventi ospitati dalla città negli ultimi anni includono il World Horticultural Expo nel 2014, le regate veliche per le Olimpiadi estive 2008, il Summit estivo del Yabuli China Entrepeneurs Forum nel 2020, il Forum del Sino-European Entrepreneurs Summit di Qingdao nel 2020 e la World Industrial Internet Industry Conference nel 2021.

Nel 2018, il Summit dell’Organizzazione di Shanghai per la cooperazione ha riscosso particolare successo e ha ricevuto elogi globali. Era la prima volta che il vertice non si svolgeva a Shanghai o a Pechino.

Nel corso del 2021, Qingdao si è concentrata sull’investimento e sulla realizzazione di un’ampia gamma di progetti municipali in tutti i settori, dall’ingegneria navale all’agricoltura e all’energia pulita.

euronews
Qingdaoeuronews

Nei primi tre trimestri, il PIL della città è salito a 1031,036 miliardi di yen, con un aumento su base annua del 10,7%, leggermente superiore a quello della Cina nel suo insieme e della provincia, rispettivamente. Nel frattempo, le vendite di beni di consumo hanno raggiunto i 40,03 miliardi di yen, con un aumento del 18%, e gli investimenti in immobilizzazioni nella città sono aumentati del 10,9%.

Il valore totale delle importazioni ed esportazioni del commercio estero si è attestato a 622,59 miliardi di yen, il 36,6 per cento in più rispetto all’anno precedente. Considerando il contesto dettato dalla pandemia di COVID-19, queste cifre sono particolarmente impressionanti.

All’ordine del giorno c’è anche la sostenibilità, che stimola investimenti in progetti ambiziosi come il Sino-German Ecopark, un complesso industriale di 11,6 km² che utilizza tecnologie all’avanguardia per ridurre l’impronta di carbonio quasi a zero.

L’impegno per aumentare gli standard ambientali, introdurre la “tecnologia verde” e promuovere la consapevolezza ecologica tra gli abitanti hanno visto Qingdao insignita del titolo di “Città ecologicamente più competitiva della Cina” nel 2019. Un anno dopo, l’Eden Project del Regno Unito, un vasto complesso di biomi e giardini botanici, ha iniziato la costruzione di un sito simile, la cui apertura è prevista per il 2023, su un’area di terreno bonificato fuori Qingdao.

L’interesse per la sostenibilità è solo un aspetto dell’ambizione a creare un ambiente urbano armonioso. I precedenti premi di Qingdao includono “Città civilizzata nazionale”, “Le dieci città cinesi dove si vive meglio”, “Città sanitaria nazionale” e “Città più felice della Cina”. Mentre Qingdao è sempre più vista come un centro finanziario e commerciale di eccellenza, coloro che si impegnano a garantirne il successo continuo sono determinati anche a salvaguardare e a migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti.