ULTIM'ORA

Il Qingdao Multinationals Summit si prepara ad accogliere i leader delle aziende più importanti

Il Qingdao Multinationals Summit si prepara ad accogliere i leader delle aziende più importanti
Dimensioni di testo Aa Aa

A ottobre, i leader e i dirigenti delle 500 aziende più importanti del mondo s’incontreranno al primo Qingdao Multinationals Summit.

Organizzato dal Ministero del Commercio Cinese e dal Governo Provinciale di Shandong, con il supporto della Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo, il summit riunirà figure influenti di aziende multinazionali e personaggi di rilievo del mondo politico e accademico.

Si terrà nella città costiera di Qingdao, nella parte sud-orientale della provincia di Shandong, il 19 e il 20 ottobre, in concomitanza col settantesimo anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese.

Alla conferenza stampa del 21 agosto, il viceministro del commercio Keming Qian ha annunciato che all’evento si discuterà di come promuovere l’apertura del Paese al commercio internazionale e rafforzare la cooperazione.

Ha dichiarato: “La Cina favorirà gli investimenti da parte di aziende multinazionali creando un ambiente più stabile, equo, trasparente e affidabile”.

Il viceministro Qian ha spiegato che il summit fa parte di un programma per attuare le politiche del Presidente Xi Jinping di “organizzare bene un incontro ed energizzare una città”, e rappresenta un’evoluzione del Shanghai Cooperation Organization Summit organizzato a Qingdao nel giugno del 2018.

Il Presidente Xi Jinping ha ripetutamente sottolineato l’importanza della creazione di una piattaforma per un dialogo fra la Cina e le aziende internazionali. Ben 490 aziende, fra le 500 più importanti al mondo, hanno investito in Cina, e le aziende cinesi sono riuscite a svilupparsi fronteggiando le sfide e sfruttando i vantaggi della globalizzazione. La classifica Fortune Global 500 attualmente include 119 aziende cinesi.

Il summit sarà inoltre un’opportunità per promuovere le città e le province cinesi, non solo come centri di eccellenza e potenziali siti per gli investimenti, ma anche come fornitori di personale altamente qualificato.

Si discuterà di sviluppo, responsabilità e gestione e dei modi in cui le aziende possono scambiarsi idee e creare fiducia reciproca.

Durante il summit, si terrà anche un incontro privato sull’applicazione della nuova legge sugli investimenti esteri (Foreign Investment Law - FIL). La riunione sarà organizzata dal Ministero del Commercio al fine di discutere le varie regolamentazioni e relative leggi con i dirigenti delle aziende multinazionali partecipanti. Si terranno anche altre sessioni a porte chiuse sull’agevolazione dello sdoganamento e la protezione della proprietà intellettuale.

Si terranno inoltre mostre, dibattiti e seminari. Organizzato con l’aiuto del Forbes Group, il Qingdao Multinationals Summit festeggerà i più importanti amministratori delegati delle multinazionali cinesi con una cerimonia di premiazione, e alcune aziende della provincia di Shandong discuteranno le tendenze di sviluppo e le iniziative reciprocamente vantaggiose con i partecipanti.

Aziende del calibro di BP, Siemens e Hewlett-Packard terranno road show ed eventi promozionali incentrati su una grande varietà di argomenti, fra i quali le ultime scoperte nel settore informatico, nuove fonti di energia, attrezzatura innovativa, assistenza sanitaria, turismo di nicchia e finanza.

L’annuncio dell’organizzazione del summit è stato accolto positivamente e, fino ad ora, 188 dirigenti di multinazionali in tutto il mondo, 49 dei quali lavorano nelle 500 aziende più importanti al mondo, hanno confermato la loro presenza. Rappresentando aziende di 26 Paesi e regioni, i leader internazionali incontreranno delegati di almeno 53 multinazionali cinesi.

Airong Ren, vicegovernatore della provincia di Shandong, ha spiegato ai giornalisti che il summit offre l’opportunità ideale per portare avanti il programma di integrazione del Paese per l’apertura agli investimenti esteri e sarà d’aiuto anche ai progetti di trasformazione dell’energia che Shandong ha in cantiere.

“Le aziende multinazionali sono la forza portante della globalizzazione economica e dell’investimento internazionale, e il summit dimostrerà l’apertura della Cina”, ha affermato. “Si discuterà delle difficoltà delle aziende multinazionali che potranno esprimere le loro opinioni, condividere le loro esperienze e creare una nuova piattaforma per esplorare le risorse a loro disposizione.”

Situata nell’intersezione della Nuova via della seta, e città nodale del corridoio economico e del ponte continentale fra Asia ed Europa, Shandong è responsabile di quasi il 10% della produzione economica e ospita già aziende multinazionali come Haier, la birra Tsingtao, Inspur e Hisense. Rinomata per gli investimenti nell’istruzione e nella tecnologia, la provincia ospita 21 laboratori nazionali di rilievo, 303 incubatori d’imprese scientifiche e tecnologiche e oltre 8.900 aziende di alta tecnologia.

La più grande città della provincia, Qingdao diventerà la sede permanente del summit, creando molte opportunità di sviluppo e d’investimento.

Secondo Airong Ren: “Qingdao sta rapidamente diventando una metropoli internazionale aperta, moderna, dinamica e di grande fascino”.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.