ULTIM'ORA

Tutte le strade della musica portano a Dubai...

Tutte le strade della musica portano a Dubai...
Dimensioni di testo Aa Aa

DUBAI (EMIRATI ARABI UNITI) - Da Jamiroquai al "Dubai Jazz Festival", fino a Fatboy Slim al "Party in the Park".

Nel 2019, Dubai ha accolto alcuni dei più grandi nomi della musica: i Boyzone, i Brand New Heavies, Alicia Keys, Fatboy Slim, Jay Sean, i Maroon 5, Jay Kay e gli Jamiroquai.

La giornalista di Euronews, Jane Witherspoon, incontra alcuni di loro proprio a Dubai.

La giornalista di Euronews Jane Witherspoon.

Boyzone, i ragazzi terribili

La band irlandese Boyzone si è esibita qui in uno degli ultimi concerti del suo Farewell Tour. Uno dei gruppi di maggior successo in Irlanda e nel Regno Unito, soprattutto negli anni '90: ha avuto cinque album al numero 1 e ha venduto oltre 25 milioni di dischi.

"È stato un piacere tornare in tutti i luoghi che abbiamo conosciuto e dove abbiamo fatto spettacoli in questi anni. È stato bello tornare e fare un altro concerto, per dire addio al pubblico nel modo giusto".
Ronan Keating
Leader "Boyzone"

"In tutta onestà, questo locale dove abbiamo suonato, proprio accanto all'Irish Village, è il migliore di tutti", aggiunge Shane Lynch.
"È incredibile, è una specie di anfiteatro! Quando si è sul palco si sale, si sale, si sale... Si sente il pubblico ed è uno spazio incredibile per suonare. Personalmente, è per questo che mi piace suonare qui".

Ma davvero finisce qui l'avventura dei Boyzone, uno dei migliori prodotti irlandesi d'esportazione?

Keith Duffy sorride e ribatte: "Questo tour è stato accolto molto bene. La scaletta è fantastica. È un ottimo concerto. E poi siamo stati una boyband e ora siamo tutti sulla quarantina. L'abbiamo fatta franca già a lungo... L'ultimo capitolo lo vogliamo scrivere noi e uscire a testa alta con credibilità e orgoglio".

Jay Sean, tutto merito di Dubai

E dal Global Village, con sede a New York, arriva a Dubai la star del R&B, Jay Sean (38 anni): si è esibito davanti a 100.000 persone.
Ci ha raccontato come un'esibizione a Dubai, anni fa, è stata determinante per la sua carriera e come qui sia cambiata la scena musicale.

"Bisogna ricordarsi che Internet non era quello che è oggi. Non avevamo nessun social media. È stato attraverso YouTube che ho avuto una base di fan a Dubai. Non sapevo neppure che suonassero le mie canzoni qui e poi sono venuto a fare un concerto a Dubai e sono andato alla grande. C'erano 5.000 persone...e mi sono detto: "Cosa? Incredibile!", ricorda Jay Sean.

"E, da allora, ho avuto la fortuna di venire qui ogni anno negli ultimi 15 anni. E conoscono tutto il mio repertorio!".

"Una svolta epocale per la musica"

I Maroon 5 hanno inaugurato la nuova "Coca-Cola Arena". È la più grande arena della regione ed è stata descritta come una svolta epocale per l'industria musicale live.

"Guardandovi intorno vedrete che i pannelli sono tutti azionati acusticamente. Per essere un locale musicale il suono e la funzionalità degli spazi sono di fondamentale importanza", spiega Guy Ngata, CEO della "Coca-Cola Arena.

Ma non è solo la musica pop a lasciare il segno.
Il celebre musical di Broadway, ''Il Fantasma dell'Opera'', è stato presentato in anteprima alla Dubai Opera House, ottenendo uno straordinario successo.

Musica per le orecchie di tutti, nella città dove c'è qualcosa per tutti i gusti.

Link utili

- Tutti i reportage di Euronews su Dubai

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.