Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La musica K-pop fa impazzire la grande comunità coreana di Dubai.

La musica K-pop fa impazzire la grande comunità coreana di Dubai.
Dimensioni di testo Aa Aa

Questa settimana su Cult vedremo come il fenomeno culturale K Pop sta prendendo piede qui a Dubai attraverso le voci delle ragazze del gruppo Momoland.

La musica coreana K-pop sta prendendo sempre piu' piede a Dubai e le Momoland, gruppo di giovani ragazze coreane stanno creando una tempesta qui, sin da quando hanno messo piede negli Emirati Arabi Uniti.

"Conosciamo Dubai generalmente dalla TV oppure da qualche lettura, ma stare qui è un’esperienza affascinante, tutto è cosi bello come l’archittura a esempio", afferma una delle ragazze del supergruppo Daisy.

Il K-Pop è un business enorme che oggi vale oltre 4 miliardi e mezzo di euro e le Momoland sono la prima band femminile ad aver ricevuto il platino per aver fatto piu' di cento milioni di visite del loro pezzo Bboom Bboom. Il fenomeno K-Pop qui a Dubai è sempre piu diffuso.

"E' un fenomeno davvero unico e i musicisti che la esprimono non hanno paura di mostrare la loro creatività; ma non solo con la loro musica anche con il loro stile I vestiti… ecco perché è duventato un fenomeno in sé", ci spiega Fatima blogger e opinionista.

Appena atterrate a Dubai le ragazze sono state accolte da centinaia di fan eccitatissimi e le Momoland sono diventate subito trending topic su Twitter.

"Sono davvero preziosi per noi, li la gente ci accoglie sempre dal profondo del cuore amano la nostra musica come noi amiamo loro!", rintuzza nancy un altro mebro del gruppo.

Le ragazze vengono anche viste come modelli femminili qui in Medio oriente e spingere perfomance di tipo turistico su questa scia contribuisce ai cambiamenti culturali che diverse comunità qui a Dubai stanno sperimentando.

"Negli Emirati Arabi vivono molti coreani, quindi se la loro arte qui fosse disponibile li farebbe sentire come a casa. Tra l’altro quest’anno è stato anche celebrato l’anno della tolleranza qui negli Emirati." Lo ha spiegato Humaid Alhammadi, Presidente della società dell'amicizia Emirati Arabi- Korea.

Dubai non vede l’ora di accogliere di nuovo le ragazze i cui fan crescono qui come il fenomeno della musica K-pop che le accompagna.