ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Regno Unito: Governo May nel caos. Intervista a Tom Swarbrick , ex consulente di Theresa May

Lettura in corso:

Regno Unito: Governo May nel caos. Intervista a Tom Swarbrick , ex consulente di Theresa May

Regno Unito: Governo May nel caos. Intervista a Tom Swarbrick , ex consulente di Theresa May
Dimensioni di testo Aa Aa

Governo May nella bufera, dopo le dimissioni dei ministri Johnson e Davis, non si esclude un voto di sfiducia.

Il nostro corrispondente a Londra Vincent McAviney, ha intervistato Tom Swarbrick , ex consulente di Theresa May :

McAviney, Euronews, domanda: Come reagirà la May a queste dimissioni?

Swarbrick risponde:

"Penso che in parte era inevitabile . E' stato certamente tanto veloce quanto brutale. Sulle dimissioni di David Davis, i malumori che stava esprimendo da un po' di tempo , mi hanno fatto pensare che fosse inevitabile si dimettesse.Tutto cio' perchè i Brexiteers dovevano prendere una decisione. Theresa May li ha messi alle strette, ha mostrato che tipo di relazione voleva, spettava a loro decidere cosa fare.E temo che Boris abbia deciso di ritirarsi per questo.Penso che sia stata una scelta meno di principio rispetto a Davis, anche la sua lettera di dimissioni era abbastanza aggresssiva.

McAvany, Euronews domanda:

La lettera di dimissioni, si è persino fotografato mentre la firmava.Ha detto che la Gran Bretagna potrebbe diventare una colonia dell'Ue e che il sogno della Brexit sta morendo per mancnaza di fiducia.Voglio dire, non sarebbe potuto essere piu' duro di cosi', no?

Swarbrick risponde :

si penso questo. E' stato molto colorito, molto rindondante, lo stile che la gente apprezza di Boris Johnson, ma concretamente non ha proposto un'altra strada, non aveva un piano. Comunicativamente andava bene, ma non c'era veramente alcuna sostanza dietro. Si, era molto irritato per come è andata. Lo ha detto anche privatamente . Ma se non si è in grado di trovare un'alternativa, non si sarà in grado di presentare un piano credibile all'Unione Europea.

MacAviny , Euronews:

E la May si sta riorganizzando con Dominic Rubb come ministro per la Brexit. E' tra i favoriti dell'ala Brexitteers. Jeremy Hunt è stato promosso a ministro degli Esteri.Ieri si è trattato in qualche modo di un ultimatum. O si cambia il piano della Brexit o si avrà un voto di fiducia contro. Quanto pensi sia al sicuro la Premier ora?

Swarbrick risponde:

E' difficile. Penso che nelle prossime 24-48 ore, se Boris Johnson vuole lanciare una campagna per la leadership , sono sicuro che riesce a radunare gente per raggiungere le 48 lettere necessarie per andare al voto di sfiducia. L'opinione di Jacob Rees Mogg dell'European Research Group, è che la May non perderà con un voto di sfiducia adesso. La risposta dalle commissioni è stata abbastanza positiva per lei. Certo sono ore molto difficili ancora, le prossime 24, 48 ore, ma io non credo che possa perdere con un voto di sfiducia in questo momento.