ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Quirinale, ultima chiamata; Di Maio cede su palazzo Chigi

Lettura in corso:

Quirinale, ultima chiamata; Di Maio cede su palazzo Chigi

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutto pur di evitare un governo del Presidente. Ultimo lunedì di consultazioni poi il dado sarà tratto: il Presidente della Repubblica comunicherà le sue decisioni.

Due le possibilità che si profilano per un superamento dell'impasse in cui è piombata l'Italia dopo le elezioni politiche: un esecutivo del Presidente, di fatto un governo di tecnici, oppure un governo politico frutto dell'accordo tra M5s e Lega ma con un presidente del consiglio terzo e Forza Italia fuori dai giochi.

Quest'ultima soluzione, caldeggiata domenica dal leader del Movimento 5 stelle Luigi Di Maio, sarebbe l'extrema ratio dei partiti che hanno preso più voti di essere titolari almeno dei ministeri.

Resta però da capire chi, tra i diversi nomi spuntati nel toto-presidente del Consiglio, gli economisti Lucrezia Reichlin, Tito Boeri o Enrico Giovannini, i giuristi Sabino Cassese e Paola Severino tra gli altri, accetterebbe di guidare un governo M5s-Lega.

In uno scenario di trattative e stasi c'è un'unica certezza: a due mesi dal voto il Colle non darà altro tempo ai partiti restati ostaggio di veti incrociati e distanze politiche.