ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Consultazioni: Mattarella dà il mandato a Fico

Lettura in corso:

Consultazioni: Mattarella dà il mandato a Fico

Consultazioni: Mattarella dà il mandato a Fico
Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente della Repubblica ha conferito al presidente della Camera Roberto Fico il compito di verificare un'intesa per una maggioranza parlamentare tra il Movimento Cinque Stelle e il Pd per costituire il governo. Mattarella ha chiesto a Fico di terminare i colloqui entro la giornata di giovedì.

Nella verifica di una maggioranza tra Pd e M5s "secondo me il punto fondamentale è partire dai temi per l'interesse del Paese e dal programma per l'interesse del Paese". Lo ha detto il presidente della Camera al termine dell'incontro con il Presidente della Repubblica.

Dopo l'incontro al Quirinale Fico ha incontrato a Palazzo Chigi il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Lo scorso venerdì la fumata nera dopo i colloqui condotti dal Presidente del Senato Casellati, sanciva l'impossibilità di un governo Cinque Stelle centrodestra. Di Maio, ha ripetuto di non volersi sedere al tavolo con Berlusconi, e spera nella frattura tra Forza Italia e Salvini.

Il leader della Lega, forte del risultato in Molise che ha premiato il centrodestra rilancia l'intesa nazionale tra la coalizione e il Movimento 5 stelle e fa un passo indietro rispetto alla possibilità di vedersi conferito il mandato da Mattarella, in un comizio a Trieste ha chiarito: "siamo i primi arrivati ma non dico Salvini o morte".

Priorità di Salvini nelle sue parole è dare un governo agli italiani e la fine delle tensioni tra Berlusconi e Di Maio, tanto che nelle ultime ore ha detto: "Non c'è tempo da perdere, la smettano di litigare. Occorre sedersi al tavolo e cominciare a lavorare. Lo dico a Berlusconi e Di Maio".

Silvio Berlusconi dopo il risultato delle regionali in Molise, rincara la dose, confermando la linea di netto contrasto con i pentastellati: "Dal Molise esce battuto e fortemente ridimensionato il dilettantismo dei 5 Stelle rispetto al voto di protesta espresso dagli elettori alle politiche. I grillini si dimostrano del tutto non credibili per una funzione di governo".

Dal Partito Democratico sull'ipotesi di un'intesa con i pentastellati si è levata la voce di Francesco Boccia: "Su questo siamo uniti: deve finire la pantomima del dialogo del M5s col centrodestra. La responsabilità se non abbiamo ancora un governo è tutta di Salvini e Di Maio. Ora il Pd è pronto a discutere con chi riceve l'incarico se il discorso è serio e solo col Pd".

E quanto alla proposta di contratto M5s, sottolinea: "Quando il presidente incaricato ci sottoporrà i temi entreremo nel merito come abbiamo sempre fatto. Ci sono temi di cui si parla spesso in maniera impropria come la povertà su cui il Pd ha agito, con misure come il reddito di inclusione".