ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Puigdemont in tribunale in Germania: rischia l'estradizione

Lettura in corso:

Puigdemont in tribunale in Germania: rischia l'estradizione

Puigdemont in tribunale in Germania: rischia l'estradizione
© Copyright :
REUTERS/Albert Gea
Dimensioni di testo Aa Aa

L'ex presidente della Catalogna, Carles Puigdemont, attualmente nel carcere diNeumünster, comparirà oggi davanti a un giudice in Germania, dopo il suo arresto avvenuto ieri mentre attraversava il paese proveniente dalla Danimarca.

Puigdemont è ricercato in Spagna con l'accusa di sedizione e ribellione ed è stato arrestato dalla polizia tedesca che ha agito in base a un mandato di cattura europeo, rilanciato venerdì scorso dopo l'uscita del leader catalano dal Belgio.

Puigdemont ha vissuto in esilio in questi ultimi 5 mesi proprio in Belgio, per evitare l'arresto in Spagna dopo la dichiarazione unillaterale di indipendenza della Catalogna dell'ottobre scorso.

"Ci sono molti motivi per i quali la Germania debba respingere il mandato di arresto europeo l'estradizione", spiega Paul Bekaert, avvocato di Puigdemont, "soprattutto perchè l'arresto in questo caso viene usato per incarcerare un oppositore politico. Verrà preso in considerazione anche il fatto che la Spagna sta scivolando in una dittatura, e che non ci sarà più democrazia fino a quando gli eletti ad un Parlamento vengono messi in prigione ".

La notizia dell'arresto di Puigdemont, vincitore delle elezioni in Catalogna di dicembre, è stata accolta con manifestazioni e tumulti a Barcellona, dove oltre 50.000 persone sono scese in piazza per protesta.

Cantando "Libertà per i prigionieri politici" e "Questa Europa è vergognosa!", la folla ha marciato verso gli uffici della Commissione europea e del consolato tedesco a Barcellona.

Sono scoppiati scontri tra dimostranti e polizia e 17 persone sono rimaste ferite.

La tensione era già alle stelle in Catalogna, dopo che i leader indipendentisti, venerdì, avevano dovuto interrompere i lavori per la nomina del nuovo presidente della Generalitat Catalana, in seguito all'arresto dell'ennesimo candidato, Jordi Turull.
Arrestati anche l'ex presidente del parlamento catalano Carme Forcadell, l'ex ministro degl iesteri Raul Romeva e i consiglieri Josep Rull e Dolores Bassa
, che vanno ad aggiungersi agli altri esponenti separatisti già in carcere.