ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sochi: il congresso per la pace in Siria entra nel vivo

Lettura in corso:

Sochi: il congresso per la pace in Siria entra nel vivo

Sochi: il congresso per la pace in Siria entra nel vivo
Dimensioni di testo Aa Aa

E' un errore dire che non ci sono rappresentanti dell'opposizione siriana tra i partecipanti al summit di Sochi. Ne è convinto Qadri Jamil, capo della piattaforma moscovita dell'opposizione siriana. Al congresso iniziato oggi a Sochi e che entrerà domani nel vivo con l'obiettivo primario di trovare un'intesa su una nuova costituzione, l'opposizione sarà rappresentata dalle piattaforme di Mosca e del Cairo. Qadri Jamil è stato per lungo tempo un membro del governo di Bashar al Assad. Quello che auspica è che Assad lasci il potere ma con una lenta e progressiva transizione.

"Qui discuteremo del futuro della costituzione", dice. " Le varie parti hanno diversi punti di vista e dovremo capire come raggiungere un compromesso. I siriani per un lungo periodo di tempo non hanno potuto godere di una libertà politica che permettesse loro di trovare una soluzione attraverso un compromesso"

Secondo Jamil il processo di pace in corso a Ginevra è in stallo e ha bisogno di una spinta che potrebbe essere rappresentata dai colloqui di Astana, dove è in corso una trattativa prettamente militare.

"A Sochi stiamo cercando di far partire un dialogo intra-siriano, che darà un supporto politico al processo di pace di Ginevra".

Jamil si è detto anche dispiaciuto per l'assezna della rappresentanza curda. Il principale gruppo curdo presente in Siria ha scelto di non partecipare ai colloqui per via del recente attacco turco ad Afrin. Ma è comunque prevista la partecipazione di gruppi di curdi siriani indipendenti.