ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ius soli, Avvenire: Politici ignavi

Fare mancare il numero legale al Senato durante la discussione sullo ius soli è una scelta da politica in fuga, scrive il quotidiano dei Vescovi

Lettura in corso:

Ius soli, Avvenire: Politici ignavi

Dimensioni di testo Aa Aa

Fare mancare il numero legale è una mossa da ignavi, è una scelta da politica in fuga. E' durissima la presa di posizione dell'Avvenire, il quotidiano dei vescovi, sulla mancanza del numero legale al Senato che ha impedito la discussione sullo ius soli, la legge sulla cittadinanza ai minori stranieri. 

L'esame del provvedimento è stato rinviato al 9 gennaio ma probabilmente non avverrà, perchè lo scioglimento delle Camere è atteso entro la fine di dicembre. Il direttore del quotidiano cattolico Marco Tarquinio ha scritto che quel che è avvenuto durante l'ultima seduta del Senato è una fine "ingloriosa" di questo Parlamento. 

Anche il Papa ha parlato di migranti durante la messa della notte di Natale celebrata nella basilica di San Pietro. "Maria e Giuseppe, per i quali non c'era posto, sono i primi ad abbracciare Colui che viene a dare a tutti noi il documento di cittadinanza", ha detto Bergoglio.

Negativa la reazione dell'Unicef, che ha definito la mancata discussione in Parlamento come una pagina incivile per il Paese.