ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Puigdemont, una vita da indipendentista

Fin da ragazzo illeader dell'indipendenza catalana non ha mai nascosto la sua voglia di sfidare Madrid e "staccare" la sua terra dalla Spagna.

Lettura in corso:

Puigdemont, una vita da indipendentista

Dimensioni di testo Aa Aa

Fino a un paio di anni fa Carles Puigdemont era un tranquillo "signor nessuno". Poi, nel gennaio del 2016, l'allora leader dell'alleanza indipendentista catalana, Artur Mas, aveva appena fallito il tentativo di ottenere la maggioranza assoluta nel voto regionale, e la scelta del suo sostituto cadde proprio su di lui. 

54enne, ex giornalista, dal 2006 deputato del Parlamento catalano e dal 2011 sindaco di Girona, una delle capitali storiche del secessionismo catalano nella cui provincia nacque nl 1962. Laureato in Filologia catalana, è stato direttore dell’agenzia di stampa ufficiale della Catalogna ed ha fondato anche un giornale, Catalonia Today, la cui direttrice è ora la moglie rumena, Marcela. Puidgemont, fin da ragazzo, non ha mai nascosto il suo sogno di una Catalogna indipendente. 

I suoi colleghi ricordano che cercava in tutti i modi di pubblicare articoli pro indipendenza e il suo primo discorso da presidente della Generalitat Catalana fu proprio dichiarare la sfida a Madrid. Il resto è storia recente, il referendum del primo ottobre, l'esilio in Belgio e la votazione di oggi. Indipendenza per la sua terra. Il suo sogno, la sua ragione di vita.