ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso ''Anna Frank'': 16 ultras laziali identificati, tra loro ci sono 3 minori

C'è anche un 13enne tra le persone identificate, che avrebbero lasciato gli adesivi antisemiti all'Olimpico. Spunta audio compromettente di Lotito

Lettura in corso:

Caso ''Anna Frank'': 16 ultras laziali identificati, tra loro ci sono 3 minori

Dimensioni di testo Aa Aa

Sedici persone, tra le quali tre minorenni, sono state identificate dalla polizia, grazie alle telecamere interne allo stadio Olimpico, in relazione allo scandalo ‘‘Anna Frank’‘. Rischiano una condanna da 1 a 4 anni, per istigazione all’odio razziale, e un DASPO di diversi anni (il divieto di assistere a manifestazioni sportive).

Domenica sera degli ultras della Lazio avevano lasciato sugli spalti della curva Sud alcuni adesivi, raffiguranti la ragazzina olandese ebrea che tenne un diario durante le persecuzioni naziste, con addosso una maglia della Roma. Un caso di antisemitismo che ha fatto il giro del mondo. Immediata la risposta della Federcalcio italiana, che ha deciso che prima delle partite della decima giornata di Serie A, venga letta una pagina del diario.


Intanto spunta una telefonata che inguaierebbe il Presidente del club biancoceleste, Claudio Lotito. Il Messaggero ha pubblicato un audio durante il quale il 60enne romano pronuncerebbe la frase «Famo sta sceneggiata!», prima della sua visita di martedì alla Sinagoga di Roma. Lotito ha subito smentito la notizia, dichiarando di non aver mai detto quella frase.