ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, prove tecniche di ingresso in NATO

Lettura in corso:

Ucraina, prove tecniche di ingresso in NATO

Dimensioni di testo Aa Aa

Un mese fa la Rada, il parlamento ucraino, con un’ampia maggioranza ha approvato la richiesta di adesione del paese alla Nato. Ora Kiev si appresta a ricevere la visita del Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg che incontrerà il presidente Petro Poroshenko e i membri del Parlamento a partire dal presidente Andriy Parubiy che Euronews ha incontrato in esclusiva.

Andriy Parubiy, Presidente del Parlamento Ucraino
“L’esercito ucraino sta diventando uno degli eserciti più potenti. Inoltre, è l’esercito che ha un’esperienza di combattimento reale – l’esperienza di una cosiddetta guerra moderna. Con questa preparazione sarebbe in grado di difendere non solo i nostri confini, ma il confine orientale della NATO e il confine orientale dell’intero mondo libero”.

A frenare gli entusiasmi della classe politica ci sono pero’ gli analisti come il Direttore dell’Istituto di ricerca per la cooperazione euro-atlantica, Oleksandr Sushko. “C‘è un grande gruppo di membri della NATO che non vogliono aggiungere tensioni nei rapporti con la Russia. E è chiaro che qualsiasi spostamento verso l’adesione dell’Ucraina significherà ulteriori tensioni con la Russia “.

Di diverso avviso la popolazione del posto, come spiega la nostra inviata a Kiev, Maria Korenyuk

“Se il referendum di adesione alla NATO si tenesse oggi, quasi il 70% degli elettori direbbe” sì “.Recenti sondaggi mostrano che dal 2012 il numero dei sostenitori dell’Alleanza si è triplicato nel paese”.